Cerca nel blog

mercoledì 4 dicembre 2013

The Hunger Games: 10 buone ragioni per correre a vedere Catching Fire e il motivo per cui i libri sono sempre un must.

Scommetto che già dal titolo di questo intervento avete capito di cosa si tratta.
Beh, sì. Proprio ieri sera sono andava a vedere Catching Fire al cinema, La Ragazza di Fuoco, con il cuore in mano e l'anima già devota all'autrice Suzanne Collins.
Vi dirò, le mie aspettative erano buone: avevo visto The Hunger Games (#1) e sapevo che, nei limiti, la Lionsgate era rimasta fedele sin dal principio al romanzo. Avevo anche sentito voci entusiaste di chi si era già precipitato a vedere l'adattamento, ma la maggior parte di queste persone non aveva in precedenza letto il libro, da cui il mio scetticismo.
La verità? È che Catching Fire è stato perfetto e, in questo post, vi darò le mie 10 buone ragioni per fiondarvi a vederlo... e per cui i libri sono comunque sempre una spanna sopra.



Possibili, minuscoli spoiler sul film e spoiler sui libri (cercherò di contenermi sul terzo).


  • La Lionsgate si è impegnata.

Grazie al fatturato del primo film, i nostri eroi si sono potuti permettere un investimento bello grosso per questo sequel, e si vede. Dai costumi agli effetti speciali (che già trovai ottimi nel primo) fino alla trama, la Lionsgate soddisfa le aspettative - i ricavi in giro per il mondo si sono duplicati (e anche più, in alcuni Paesi), e i record non sono mancati (ha abbattuto il box office durante il Thanksgiving in America, tanto per dirne una!), portando le mie aspettative per Mockingjay, Il Canto della Rivolta, alle stelle.
Sarà meraviglioso.

  • La trama è fedele al libro (nei limiti)


Molte volte quando si dice questa frase i lettori compulsivi si aspettano di tutto (solo noi possiamo capire gli orrori in film come Percy Jackson e il ladro di fulmini o L'Ospite, vero?), ma nel caso di Catching Fire potete tirare un sospiro di sollievo! Certo, non è stato possibile inserire proprio tutto, e alcune cose si possono sentire solo se si è nella mente di Katniss:

“Peeta, perché non so mai quando hai un incubo?" dico.
"Non lo so. Non mi sveglio gridando o mi agito tra le lenzuola. Divento come... paralizzato dal terrore," risponde. "Dovresti svegliarmi," gli dico, pensando a tutte le volte che interrompo il suo sonno, anche due o tre volte nelle notti peggiori. Penso al tempo che ci vuole per calmarmi.   
"Non serve. Di solito i miei incubi sono su di te, sul perderti," dice. "Sto meglio quando mi accorgo che sei qui."

“Ma le Ghiandaie Imitatici non sono mai state un'arma," aveva detto Madge. "Sono solo uccelli canterini. Giusto?"
"Sì, penso," avevo risposto, Ma non è vero. Una Ghiandaia non è solo un uccello canterino. Una Ghiandaia Imitatrice (nota: un Mockingjay) è una creatura la cui esistenza la Capitale non aveva mai preso in considerazione. Non avevano immaginato che i loro super controllati Jabberjay (nota: uccelli da cui è nato il Mockingjay) si sarebbero adattati in un ambiente selvaggio, che si sarebbero riprodotti in una nuova forma. Non avevano anticipato il loro desiderio di vivere.

Sarà per il budget maggiore, ma la Lionsgate sembra proprio aver capito l'importanza di non modificare nulla. Farlo, nel caso di una saga come quella in questione, sarebbe stato un errore. I colpi di scena sono sempre e comunque all'ordine del giorno con una scrittrice come Suzanne Collins.

  • Cura nei minimi dettagli

Menzione d'onore: Francis Lawrence ha corretto l'errore in The Hunger Games, dove tutti facevano il simbolo delle tre dita con una mano a caso. Lui in questo sequel ha fatto in modo che venisse usata solo la mano sinistra. E IO TI AMO, FRANCIS.
Poi... Nel primo film mi era capitato di dover spiegare più volte a chi era con me cosa stesse accadendo e le motivazioni di alcuni personaggi (che altrimenti non avrebbero avuto la stessa importanza). Ora, sarò io troppo ossessionata da questi libri, ma penso che The Hunger Games fosse ambiguo in diversi punti, e penso anche che per chi non si fosse trovato in precedenza nei romanzi, nella mente stranamente contorta di Katniss (soprattutto andando avanti nella narrazione), non abbia capito completamente l'importanza di alcune sue azioni e reazioni.
In Catching Fire la cosa è stata in parte corretta e migliorata, grazie all'ausilio di alcune battute dette anche da personaggi esterni alla storia (è stata introdotto la nipotina di Snow, tanto per dirne una, che in alcune scene ha fatto la parte di "voce della ragione" mentre nel libro veniva semplicemente accennata alla fine dell'intera trilogia). È anche vero, però, che più procediamo, più la realtà agli occhi dei personaggi si fa confusa ed estranea. Questa è una di quelle piccole tematiche con cui la Collins gioca costantemente nei romanzi: "Realtà o illusione?", tutto sta lì, alla fine, in quella piccola frase che penso gli attori di cui dispone il cast possano aiutare a portare in vita. La Lionsgate ci sta provando e si vede, ma rimane molto difficile rendere al meglio la testa di una ragazza complicata come Katniss, senza poterne vedere i pensieri. Il talento di attori come la Lawrence aiuta, certo, ma il senso di vuoto che un libro come Il Canto della Rivolta, Mockingjay, ti dà, non è facile da portare sul grande schermo. Mi auguro di riuscire a vederlo e provarlo, però, perché è una delle cose che più ho amato nei romanzi.

  • Talento

Un solo nome: Jennifer Lawrence. Insomma, questa ragazza ha vinto un Oscar e si vede. Il mio unico disappunto? Una delle scene che più anticipavo per questo film era quella del crollo emotivo di Katniss, che nel libro è il preludio a quello che sarà qualcosa di terribilmente straziante nel terzo romanzo. Purtroppo nella trasposizione la crisi della protagonista è meno d'impatto. Penso avrebbero potuto valorizzare meglio un'attrice come la Lawrence per una scena simile, ma si è per fortuna rifatta abbondantemente in altri momenti altrettanto drammatici (per quelle pagine meravigliose che sono state saltate, vi consiglio il libro). Anche gli attori che circondano la nostra Katniss sono stati davvero bravi, e una lancia va spezzata in favore del nostro Sam Claflin, che ci ha dimostrato di poter essere un perfetto Finnick! La sua interpretazione è stata fantastica, e già pregusto la mia sofferenza futura.


  • La ribellione

Nel libro il nostro unico punto di vista è Katniss. Intorno a lei gira tutto, e siamo quindi catapultati nella mente di una ragazza il cui unico obiettivo è sopravvivere: la ribellione è qualcosa che lei stessa vuole evitare, perché non è un'eroina nel vero senso della parola (cosa che spero negli ultimi film diventi sempre più palese). Nel libro troviamo una Katniss che dalla chiusura del primo romanzo inizia ad aprirsi al mondo, inizia a provare emozioni verso persone che non sono solo parte della sua famiglia. Si passa da una protagonista schiva, che pensava che concentrarsi solo sulla sopravvivenza fosse l'obiettivo centrale, a una ragazza che scopre la vita e la speranza.
Tutto questo è estremamente importante quando poi, nel Canto della Rivolta, lei e noi lettori soffriamo come cani.
Nel film l'attenzione viene leggermente generalizzata, a scapito mio che amo il risvolto emotivo e a vantaggio di quella che è una visione migliore. Non era possibile rendere al 100% quei sentimenti, ma era comunque fattibile iniziare la rivolta come è stato fatto. Ancora una volta, se volete gustarvi quelle che sono le tremende emozioni di Katniss, leggetevi i libri e poi, solo allora guardate i film; l'interpretazione della Lawrence sarà ancora più forte ed emotiva, e vi ritroverete a piangere come stupidi di fronte allo schermo... Come è successo a me.

  • Johanna Mason


Questa donna merita un posto tutto suo in classifica. Jena Malone ha fatto un lavoro straordinario con quel personaggio, e la sua rabbia è tangibile, il suo disgusto per lo stato delle cose è perfetto. Il countdown per la sua pazzia è iniziato, e alcuni spunti ci sono già stati dati (per quegli occhi attenti che sanno il romanzo parola per parola...!).
Jena, tu sei Johanna e si vede, si sente e si prova.

  • Peeta Mellark


C'è tutto, gente. C'è la scena della perla, quella stessa perla del terzo romanzo. C'è la parte del colore del tramonto, dell'arancione. C'è la speranza nelle sue parole, e le mie lacrime che seguono. Solo ripensarci mi fa salire il groppone.

Katniss: "What I need is the dandelion in the spring. The bright yellow that means rebirth instead of destruction. The promise that life can go on, no matter how bad our losses. That it can be good again."

Certe frasi vanno lasciate in inglese per capirne la bellezza. E io piango.


  • Buttercup

No, non so come si chiami il gatto di Prim in italiano, quindi rimarrò fedele alla versione originale: Buttercup! Se nel primo film c'era, si era notato poco. Non era davvero lui senza tutto il suo grasso. In CF, però, c'è e la odia, bello grassottello. E tutto questo mi prepara al dolore finale.

  • Il dolore finale

Tutto, e dico tutto in questo film mi ricorda costantemente ciò a cui ci stiamo avvicinando. Più guardavo, più pensavo "è l'inizio della fine". Perché lo è, perché ogni volta che un personaggio diceva una battuta allusiva a un twist successivo del plot, a me veniva un groppone allucinante (mi avranno scambiato per una pazza emotiva in sala). Più i personaggi subivano le angherie a cui la Collins li ha sottoposti, più pensavo a Katniss e quelle parole, quelle ultime pagine in quel libro che non dimenticherò mai.
Mockingjay, Il Canto della Rivolta, chiamatelo come volete: sei per sempre nel mio cuore.

I miei sentimenti.


  • Me

Sì, l'ultima ragione per guardare La Ragazza di Fuoco sono io. Ve lo ordino: andate ORA. Se non ora, OGGI. DOMANI. PRESTO.
Cosa? Non vi va? Non fatemi imbufalire, per piacere, e muovete quelle natiche. Il cinema vi aspetta.
E se siete virtuosi e non lo avete ancora fatto, anche la libreria è lì splendente in attesa.

***
In definitiva La Ragazza di Fuoco è un film che vale la pena di andare a vedere. E rivedere, magari. I romanzi, si sa, saranno per sempre una spanna più belli e se amate il genere è probabile che vi restino nel cuore. Io non me ne vergogno a dirlo: mi hanno cambiato la vita. Lo hanno fatto e ogni volta che li rileggo sento qualcosa dentro che si smuove. Sono libri in cui, ai miei occhi, lo scrittore non sta solo scrivendo, ma riesce a fare qualcosa di più.
Suzanne Collins è riuscita a farmi provare emozioni, mi ha dimostrato come l'arte si nasconda anche tra le pagine di un libro per ragazzi con una di quelle storie che mi fanno pensare alla speranza, e il dente di leone in primavera.

Il giallo acceso, simbolo non di distruzione, ma di rinascita.

30 commenti:

  1. Ho una voglia matta di fiondarmi al cinema il prima possibile. Ho adorato i libri. Ho amato la prima trasposizione cinematografica. Ma... perchè nessuno vuole venire con me a vedere il secondo film? Finirà che li dovrò trascinare a forza con me. Ho bisogno di sclerare con qualcuno subito dopo la visione di un film.

    p.s. avevo qualche dubbio su Sam Claflin ma mi fido della tua impressione. sono così contenta che il tutto il cast sia all'altezza della storia. *^*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trascina qualcuno al cinema e soffri. Ama. Indica con le lacrime agli occhi lo schermo mentre Katniss fa il suo discorso in pubblico nei primi 30 minuti e dici "Quella donna. Quella donna è meravigliosa!"

      p.s. Sam Claflin è Finnick. Stop.

      Elimina
  2. Il mio paesino è talmente sperduto che non l'hanno portato. Ora, dopo queste tue motivazioni, voglio vederlo ancora di più D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che neppure nel mio, di paesino, i film arrivano tanto in fretta? Ma vedrai che lo porteranno. A meno di non volersi perdere un'opportunità del genere in quanto a incassi... lo porteranno!
      (se il tuo paesino è simile al mio, magari lo vedrai un po' in ritardo)

      Elimina
  3. Quando è uscito ero all'estero in vacanza perciò l'ho visto il giorno stesso in cui è uscito in America. Visto in lingua originale è pura magia, il regista è stato bravissimo e gli attori sono stati favolosi. I miei preferiti, a parte naturalmente i personaggi principali sono stati Jena Malone, l'attrice che fa Johanna, e Sam Caflin, la loro recitazione nel film è impeccabile.
    Quando poi il film è uscito nelle sale italiane sono andata a vederlo di nuovo ^^ è un film davvero pazzesco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vederlo in lingua dev'essere straordinario. A questo punto io aspetto il dvd, che di solito contiene entrambe le voci (inglese e italiano), così potrò godermelo anche senza doppiaggio! Per quanto riguarda gli attori, concordo al 100%. Jena Malone, più di tutti, per me è stata brava quasi quanto la Lawrence. Incredibile! Dal primo momento fino all'ultimo. Se si giocano bene le trasposizioni dell'ultimo libro qui ci scappa un premio a qualcuno. Il patatrack sarà terribile e meraviglioso.

      Elimina
  4. Aaaaaaa il dente di leone D: MUORO y___y
    Cavolo quanto avrei voglia di andare a rivederlo D: ce la posso fare a convincere il mio ragazzo? XD
    Concordo con ogni parola di quello che hai detto! Jennifer divina... Sam il Finnick perfetto... Josh *occhi a cuore* e Johanna... cavolo incarnano tutti perfettamente i loro ruoli! Rendono questi personaggi reali come raramente mi è capitato di vedere in un film! Io li amo tutti D: e amo Suzanne Trollins y___y
    Basta la smetto se no continuo a fangirlare per ore D:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giuro che la parte del dente di leone la so a memoria perché è il mio cuore, che si spezza, che cerca di tornare a vivere.
      Tornerei io al cinema con te. AHAHAHAHAHAHAHAH Spero che Mockingjay si sbrighi a uscire (dovrebbero star già girando il film! DOLORE!) e che la nostra amabile Trollins si occupi di parte della sceneggiatura, se non di tutta!
      P.s. Con me puoi fangirlare quanto vuoi, sorella. Qui siamo una grande, addicted famiglia.

      Elimina
    2. Sììì hanno cominciato a girare in questi giorni *___* muoro solo al pensiero *___*

      Elimina
    3. Pensa che ho letto che la Lawrence ha già girato alcune scene particolarmente emotive. Vabbè che sono convinta del fatto che Mockingjay sarà straziante, ma... Voglio proprio vedere come verrà adattato.
      Grazie al cielo il regista ha capito l'importanza di una simile storia.

      Elimina
  5. Visto ieri e adorato. Jennifer straordinaria, Josh molto delicato: un Peeta perfetto.
    Ottimi anche tutti gli altri comprimari, che nel libro non mi avevano, invece, particolarmente convinto. Meglio del romanzo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Al contrario di te, io ho preferito i libri (ma come dicevo, per me simboleggiano qualcosa di speciale). D'altro canto, però, gli attori sono stati perfetti. E hai trovato l'aggettivo perfetto per Josh Hutcherson: è stato delicato, e questa delicatezza ha dato molto al suo Peeta.

      Elimina
  6. Visto due volte! E adorato entrambe! Fosse per me ci tornerei anche una terza... Concordo pienamente con te, tranne su una cosa, anche io preferisco i libri ma in casi come questo il film lo considero una parte fondamentale di un'opera più grande, specialmente se realizzato bene come questo! Ci sono i libri, dove immagini tutto e ricrei la vicenda nella tua testa, e poi ci sono i libri con i film, dove tutto (o quasi) quello che hai immaginato diventa in qualche modo reale, e l'unione di queste due cose è stupenda! Non vedo l'ora di vedere cosa faranno con il terzo, dove c'è la prossima grande incognita, la Coin... Speriamo bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io più che la Coin nel terzo sto aspettando di vedere tutti i risvolti emotivi. Sono molto legata a questi libri, per questo per me non saranno mai completamente raggiungibili da nulla. Amo il modo in cui la Collins ha usato i primi due libri come introduzione a qualcosa di più terribile, di brutale. Mockingjay è brutale e tremo all'idea di come verrà adattato. Penso proprio scriverò un altro intervento dove parlerò solo del prossimo adattamento, perché devo sfogare questi pensieri! Intanto ho letto diverse interviste in cui il regista, Francis Lawrence, dice cose che mi fanno pensare abbia capito cos'è davvero il terzo libro, che l'importanza di quel romanzo è qualcosa di pesante. Penso possa fare un lavoro eccellente, soprattutto con l'aiuto della Lawrence. Il regista ha inoltre detto in una recente intervista: "Per me Catching Fire è solo l'inizio, dove inizi a vedere i danni (dei personaggi, di ciò che hanno trascorso) e le cose peggiorano soltanto da quel momento." <- io concordo in pieno, e sono felice lo pensi anche lui. Tremo all'idea di quali emozioni possa trasmettermi Mockingjay (se non altro, perché per me è a livello motivo qualcosa di strabiliante).

      Elimina
  7. Ho pianto come una disgraziata leggendo il libro e tanto ho fatto guardando il film al cinema. Jennifer è nata per fare quella parte: lei è Katniss. E tanto lo sono quasi tutti gli altri attori che erano davvero perfetti. Sono stata davvero contenta nel vedere che nel film c'è tutto ciò che c'è nel libro, perchè molti film tagliano alcune parti dei libri e io odio questa cosa.
    Dopo un giorno ho dovuto rivederlo perchè meritava troppo e fosse per me lo riguarderei altre mille volte. Prima che uscisse CF avevo iniziato Mockinjay, ma l'avevo tralasciato perchè non ci stavo dietro con le mille cose da fare. Invece essere andata a vedere il film mi ha dato quella voglia di voler continuare a vedere come finisce e muoio dalla voglia di saperlo.
    Quindi son pienamente d'accordo con tutto ciò scritto da te, il film è davvero ben fatto e gli attori sono il top.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono completamente d'accordo. E ti dirò (e ti prego, non prendermi SOLO per un'ossessionata qualsiasi): se hai pianto con Catching Fire e lo hai trovato potente, Mockingjay ti spazzerà via. È terribile quel romanzo, ma è la perfetta conclusione per quello che voleva l'autrice: creare una storia dove mostrare la guerra, quel che ti fa, come ti cambia. Mockingjay è tutto questo e un misto di emozioni. Non so come abbia fatto a scriverlo senza annaffiare il pc mentre scriveva.

      Elimina
    2. Non sei un'ossessionata qualsiasi perchè ti capisco benissimo e grazie per l'avvertimento, mi preparerò un pacco di fazzoletti enorme hahah. Vorrei solo sapere che quando finirò il libro potrò rivedere i miei Katniss e Peeta e tutti gli altri dentro un altro libro, ma non è così e questo mi fa male davvero (ora tu non prendermi per un'ossessionata qualsiasi lol)

      Elimina
  8. Ho trovato Catching Fire bellissimo, superiore ad Hunger Games da qualsiasi punto di vista!
    Ero un po' scettica sulla scelta di Finnick, diciamo che Sam Claflin non mi ha mai fatta impazzire, ma alzo le mani. E' stato STRABILIANTE.
    Non ho nulla da dire per quanto riguarda Jennifer, cioè, HA VINTO UN OSCAR. Non c'è proprio niente da dire! Secondo me, una delle pecche dell'intera saga (parlo dei film) è Peeta. Josh è un attore brillante, ma non l'ho mai accettato nel ruolo di Peeta :'(
    Un'altra pecca è il doppiaggio, ma questo è un parere personalissimo: infatti appena sono tornata dal cinema ho cercato lo streaming in Inglese!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tatihyana!
      Sai, ora che mi ci fai pensare, nel film avrebbero potuto dare un po' più di spessore al personaggio di Peeta, facendo capire ancora meglio la sua importanza come "oratore". Il fatto che lui sia come uno scoglio a cui aggrapparsi, sempre lì, sempre vigile. In fondo è per questo che Katniss nel libro decide di voler morire per lui nei Giochi della Memoria, perché la sua personalità avrebbe potuto accendere ancora di più la ribellione grazie alla sua "arte oratoria", e anche perché lui è un caposaldo. La scena della spiaggia dove lei pensa che l'unica persona a morire se lui se ne va è lei stessa. Tutto questo c'è stato, certo, ma avrei voluto un'impronta maggiore per quel che accadrà nel seguito.
      In fondo ora Hutcherson avrà l'occasione di tirar fuori tutta la sua bravura come attore. Diciamo che penso che tutti nel terzo film dovranno mostrare quanto talento può avere una persona nell'immedesimarsi in uno strazio simile a Mockingjay.
      Se la Lawrence è stata spettacolare in Catching Fire, mi aspetto come minimo un altro Oscar in Mockingjay. Soprattutto la fine, loro DEVONO mostrare la scena con il gatto, altrimenti morirò.
      P.s. Neppure a me esalta granché il doppiaggio, ma dopo un po' riesco a non farci troppo caso :)

      Elimina
  9. Awww, ma che bello questo post*-*
    Io ho visto Catching Fire due volte, una in inglese perchè proprio non riuscivo ad aspettare l'uscita qui e un'altra al cinema e perl'amordidio quanto ho amato questo film<3 Ho bisogno del dvd ORA, che voglio rivedermelo altre mille.
    Catching Fire è stato il mio libro preferito della trilogia e non avendo troppo amato la prima trasposizione di Hunger Games (avevano fatto un bel lavoro, ma mi aveva lasciato abbastanza indifferente) ero un po' preoccupata. Se poi aggiungiamo che non nutrivo nessuna speranza per Sam nel ruolo del mio personaggio preferito, beh... E invece mi devo rimangiare tutto, film perfetto, per.fet.to*__* E che cast, ragazzi. Non so nemmeno dire chi mi è piaciuto di più, sono stati tutti supermeravigliosi. Anche i nuovi personaggi, splendidi (Jena*-* l'ho adorata alla follia - e sì, pure Sam, non avrei dovuto dubitare di lui hahah). Poi Jennifer non ne parliamo nemmeno, ma abbonatela agli oscar direttamente. Pure Josh mi è piaciuto di più in questo film (non ho mai avuto un debole per lui). E Woddy/Haymitch? io amo quell'uomo hahaah.
    Adesso sono in un'ansia terribile per Mockingjay. Quella sensazione da "calma prima della tempesta", che lo sai che è lì che sta per arrivare e che non puoi nasconderti o scappare. Suzanne mi ha già ucciso una volta con quel romanzo, ed ero più che convinta che il film non potesse fare lo stesso. E invece no, diamine, questo secondo capitolo mi ha dato la conferma che se continuano così io ci muoio di nuovo. E poi, non voglio fare spoiler, ma l'ho detto chi è il mio personaggio preferito, no? Ecco. Dannazione.
    Credo andrò a raggomitolarmi in un angolo in attesa che questo carico d'emozioni si attenui un pochino *sobbing*.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. EN! Ma ciao :DDDDDDDDDDD
      Io ho amato questo film, e mi ha risvegliato i sentimenti Collinsiani che non riesco più a fermare! Mannaggia, Mannaggia!
      Pensa che il mio libro preferito della trilogia è e sempre sarà Mockingjay. Dopo aver visto Catching Fire penso di poter dire che morirò vedendo il terzo, e spero rimangono il più fedeli possibile al romanzo (cambiamenti microscopici, per intenderci). Quando adattano il tuo romanzo preferito la paura è sempre tanta... MA SONO FIDUCIOSA! Penso che in quanto fandom dobbiamo ritenerci fortunati di aver trovare un regista come Francis, e inoltre gli script per gli ultimi due film sono stati ufficialmente consegnati. Niente più potrà cambiarli.
      Jennifer inoltre ha detto di aver letto lo script del terzo e aver pianto. Ha detto che spezza il cuore, e voglio crederci. Voglio credere che siano rimasti fedeli e che quei film saranno pieni di tortura psicologica e di me che piango già solo in cosa per il cinema.

      Elimina
    2. *già solo in coda per il cinema.
      Vedi, CF non è neppure stato tolto dalle sale e io già sbaglio a scrivere causa follia latente.

      Elimina
  10. hai proprio ragione su tutto *-* anch'io ho amato questo film, e spero di rivederlo presto per capire bene cosa ne penso nei minimi dettagli *-* appena riesco, penso metterò anch'io nel mio blog il mio pensiero... e che dire... andatelo a vedere! Mi ha fatto venire una gran voglia di rileggere i libri!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando lo farai sono curiosa di sapere cosa ne pensi! E io... beh, pensa che li ho comprati anche in italiano! Prima li avevo letti solo in lingua, ma presto darò il via a una bella rilettura ;)

      Elimina
  11. I libri mi erano piaciuti moltissimo, ma il primo film non mi aveva soddisfatto fino in fondo perché, in alcuni punti, mi pareva un po' troppo lento. Questo secondo episodio però promette bene, da quello che scrivi. Mi hai fatto venire voglia di andare al cinema a vederlo!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti consiglio ASSOLUTAMENTE di andare al cinema a vederlo! Vacci finché c'è in sala, e vedrai che non te ne pentirai.
      Garantito.

      Elimina
  12. Amato è dire poco. Adorato e venerato, non vedo l'ora di vedere il lavoro che faranno con Il canto della rivolta, entrambe le parti.
    Questo film è semplicemente perfetto *.*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Commento 100% perfetto.
      Come il film, del resto.

      Elimina
  13. Io l'ho visto in Belgio ed è diventato uno dei miei film preferiti! Ho adorato Jena quasi quanto Jennifer, è stata bravissima! Per non parlare di Josh: Quel ragazzo è Peeta. Sono contenta di averlo visto in lingua originale perchè ho saputo che in italiano il "Want a sugar cube?" di Finnick è diventato "Vuoi uno zuccherino?" e così come anche altre frasi che secondo me è più piacevole ascoltare in lingua originale. Sono contenta che sia Lawrence il regista perchè avevo già un'ottima opinione di lui e ora credo che sia un uomo veramente geniale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto fremendo come un chihuahua al solo pensiero di vederlo anche in lingua. Presto, presto! Non appena uscirà il dvd (ci tengo a vederlo in hd!)

      Elimina

Inserisci qua il tuo commento!