Cerca nel blog

giovedì 29 marzo 2012

Recensione: Green di Kerstin Gier

Titolo: Green
Autore: Kerstin Gier
Editore: Corbaccio
Pagine: 428
Prezzo: EUR 16,60
"Sono davvero contento di avere chiarito le cose. In ogni caso resteremo sempre buoni amici, giusto?" Quando un ragazzo dice così a una ragazza non è che la renda pazzamente felice. Se poi il ragazzo in questione è Gideon de Villiers, occhi verdi e capelli corvini, Gwendolyn Shepherd, la destinataria del messaggio, si sente precipitare decisamente negli abissi dell'infelicità. E sì, perché, nelle due settimane che le hanno sconvolto la vita, facendole quasi dimenticare di essere una normale studentessa di sedici anni di una normale scuola londinese, Gideon le era sembrato la sua unica ancora di salvezza. Solo da due settimane, infatti, Gwen ha scoperto di essere predestinata a viaggiare nel tempo per portare a termine una missione pericolosissima da cui dipende il destino dell'umanità intera. Una faccenda che, in realtà, non le interessa affatto, diversamente dalla cugina Charlotte, che era convinta di essere lei la predestinata e che era stata educata ad affrontare situazioni e persone di ogni tempo e ogni luogo. Solo per Gideon, il suo compagno di viaggi nel passato, Gwen ha trovato sopportabile l'essere sballottata da un secolo all'altro alla ricerca di un cronografo perduto, ma ora perché dovrebbe continuare a lasciarsi tiranneggiare dall'implacabile setta dei Guardiani? D'altra parte, è vero che a poco a poco sta scoprendo segreti insospettabili sulla propria famiglia che la riguardano molto da vicino..."

La mia recensione:

Green è l'ultimo volume che compone la famosissima e amatissima -soprattutto nel nostro paese- Trilogia delle Gemme, di Kerstin Gier, che si va a unire ai suoi due predecessori Red (mia recensione qui) e Blue (mia recensione qui) concludendo una delle storie più intriganti e ben scritte sui viaggi del tempo degli ultimi anni.
Nota personale: Il mio cuore ancora piange la mancanza di questi personaggi e le loro battute. *sigh*

Come saprete, avevamo lasciato la nostra fantastica Gwendolyn in preda a una vera e propria crisi isterica amorosa, dopo aver scoperto che il bellissimo Gideon non era affatto la persona che credeva e, per tutto il tempo, non aveva fatto altro che usarla.
Almeno, questo è quello che le è stato detto dal Conte.
In ogni caso arrivati a questo punto Gwen non può permettersi di deprimersi per molto e, spinta dagli avvenimenti a concentrarsi su questioni più importanti e grazie al suo cuore di marzapane costantemente riplasmabile che la sosterrà nei momenti del bisogno, il Rubino inizierà la sua corsa finale contro il tempo, che deciderà le sorti del suo futuro... e del mondo intero.

"In realtà i cuori sono fatti di un materiale del tutto diverso. Puoi credermi. È un materiale molto più robusto, indistruttibile e ogni volta riplasmabile. Creato secondo una ricetta segreta.
Sono di marzapane!
(Di quello buono, con un alto contenuto di mandorle)."

Dopo aver letto Green posso dire con certezza che la Gier si è ufficialmente affermata tra gli autori di cui comprerò sempre qualsiasi romanzo senza badare a copertina o trama.
La storia che sin dai primi due volumi aveva continuato a maturare con sempre più originalità e freschezza, spedendomi in un altro mondo soprattutto grazie alla magnifica scrittura della Gier e ai suoi dipinti del passato, ha subito risvolti che non mi sarei mai aspettata e ha continuato a tenermi sulle spine per tutta la durata della lettura.
I personaggi a cui ormai ci eravamo affezionati in questo terzo volume hanno raggiunto ormai la "maturità" definitiva. In particolare, Gwen dimostra tutto il suo potenziale divertendo come non mai con i suoi esilaranti pensieri e, dopo la disperazione iniziale, inizierà a raccogliere tutto il suo coraggio per scoprire poi verità che non vi sareste mai aspettati e accettando di sfidare il destino.

Personalmente leggendo Green ho trovato tutto, compreso il finale che purtroppo non sono riuscita ad apprezzare a pieno (era troppo affrettato!), perfettamente in tema con la storia. Ogni risvolto narrativo si è incastonato alla perfezione tra gli avvenimenti precedenti e, nonostante avrei di gran lunga preferito un maggiore approfondimento su alcuni punti della trama rimasti inspiegati, non posso dire di non aver adorato anche questo ultimo romanzo della Trilogia delle Gemme, e quindi lo consiglio sempre e comunque a tutti gli amanti del genere YA e non, grandi e piccini.
Una storia che diverte e che incanta, che non potrete evitare di amare e a cui consiglio di dare un'opportunità... se non altro per poter conoscere il divertentissimo demone doccione Xemerius e leggere le sue fantastiche narrazioni!!

Voto: 4/5





Potete acquistare Green in libreria o qui:



L'AUTRICE

Kerstin Gier è nata nel 1966 e vive con marito e figlio vicino a Bergisch Gladbach, in Westfalia. Alla sua attività di insegnante ha affiancato dal 1995 quella di scrittrice. I suoi romanzi, come Manner un andere Katastrophen, da cui è stato tratto un film,Fur jede Losung ein Problem e Die Mutter-Mafie sono rimasti per mesi in vetta alle classifiche tedesche dei libri più venduti, ma è con la trilogia di Red che Kerstin Gier ha raggiunto il successo mondiale. Un successo da 3 milioni di copie vendute in 22 Paesi.

3 commenti:

  1. io ce l'ho ma ancora non lo inizio!!
    lieta di leggere pareri positivi!! ^^

    RispondiElimina

Inserisci qua il tuo commento!