Cerca nel blog

martedì 26 luglio 2011

Teaser Tuesday #3


*Rullo di tamburi*
Terzo appuntamento con la rubrica Teaser Tuesday!
Questa settimana sto leggendo...
*Doppio rullo di tamburi*

Jace, she thought immediately, her pulse jumping. But of course it might not be him, she told herself. It could be Izzy, or Maryse, or--
"Luke?" she said in surprise as the elevator door opened.
"What are you doing here?"
"I might ask you the same thing." He stepped out of the elevator, pulling the gate shut behind him.









*La folla rumoreggia*
Si, finalmente ho iniziato City of Fallen Angels, finalmente la mia smania verrà placata.

Titolo: City of Fallen Angels
Autore: Cassandra Clare

lunedì 25 luglio 2011

Luglio 2011


Libri letti nel Luglio 2011

 


Questo mese ho letto un bel po' di volumi... sarà stato perchè non avevo molto da fare e ancora devo finire libri che inizierò a leggere dal 10 Agosto o nel mentre :D
Ce ne sono così tanti che voglio provare!!!!

Intanto, per le recensioni di tutti i libri (tranne Le Origini - L'angelo, che devo ancora postare), basta cliccarci sopra! ;)

N.B. Anticipo la rubrica mensile di qualche giorno per il solito motivo ormai ricorrente in diversi interventi! :D

It's Monday! What Are You Reading? #4


Oggi quarto appuntamento con la rubrica It's Monday! What Are You Reading? ideato da Sheila di Book Journey!
Per partecipare basta dire quali libri state leggendo, avete letto e leggerete!

Cosa ho finito di leggere


The Hunger Games - Suzanne Collins


Wicked Lovely - Melissa Marr

Cosa sto leggendo in questo momento


Shadowhunters: Le Origini, L'angelo - Cassandra Clare

Sinopsi da Goodreads:
La magia è pericolosa--ma l'amore lo è di più.
Quando la sedicenne Tessa Gray attraversa l'oceano per raggiungere suo fratello, la destinazione è l'Inghilterra, il periodo è il regno della Regina Victoria, e qualcosa di terribile l'aspetta nel Mondo Invisibile di Londra, dove i vampire, i maghi e altri essere soprannaturali popolano le strade. Solo gli Shadowhunters, guerrieri dedicati alla protezione del mondo dai demoni, continuano a portare l'ordine tra il caos.
Rapita dalle misteriose Sorelle Oscure, membri dell'organizzazione segreta chiamata Pandemonium Club, Tessa scopre presto di essere una Nascosta con una rara abilità: il potere di trasformarsi, a suo piacimento, in altre persone. In più, il Magister, l'oscura figura che dirige il Club, non si fermerà davanti a nulla pur di ottenere il potere di Tessa.

Senza alcun amico e cacciata, Tessa trova rifugio con gli Shadowhunters dell'Istituto di Londra, che giurano di trovare suo fratello se lei userà il suo potere per aiutarli. Presto si ritrova affascinata da--e combattuta--da due migliori amici: James, dalla bellezza fragile che nasconde un segreto mortale, e il ragazzo dagli occhi blu Will, che tiene chiunque lontano grazie ai suoi modi e ai suoi umori variabili... tutti, tranne Tessa. E mentre le loro ricerche li portano nel cuore più profondo di un arcano complotto che minaccia di distruggere gli Shadowhunters, Tessa realizza che potrebbe dover scegliere tra salvare suo fratello e aiutare i suoi nuovi amici a salvare il mondo... e che l'amore potrebbe essere la magia più pericolosa di tutte

Cosa leggerò dopo


City of Fallen Angels - Cassandra Clare

Catching Fire - Suzanne Collins

Non so con esattezza quale inizierò prima, dopo Clockwork Angel, tra Catching Fire e City of Fallen Angels, perchè mercoledì 27 partirò per l'Irlanda e quindi dipenderà dalla decisione di portare o meno la copia dell'opera della Clare con me o leggerlo una volta tornata..!


domenica 24 luglio 2011

In My Mailbox #5


Quinto appuntamento con la rubrica In My Mailbox, presentata per la prima volta da Kristi di The Story Siren, in cui vengono mostrati i libri che vi sono stati regalati, avete acquistato, o semplicemente sono comparsi magicamente nella vostra libreria!

Questa settimana è stata un po' scarna ma il libro che mi è arrivato riempie qualsiasi vuoto (si, consapevole di essere esagerata)...


Ringrazio il blog Bookland: viaggiando tra i libri, per il fantastico giveaway che mi ha permesso di leggere
di Cassandra Clare

Se mi piacerà nessuno mi fermerà dal prenderlo in inglese, perchè la Mondadori poteva anche lasciare il titolo originale e la copertina pure, visto la bellezza innegabile dell'edizione americana!



Inoltre colgo l'occasione per comunicare che dopo questo appuntamento la rubrica prenderà una pausa fino (massimo massimo) al 10 Agosto, motivo viaggio in Irlanda!!

sabato 23 luglio 2011

Recensione: Wicked Lovely di Melissa Marr

Tutti gli adolescenti hanno dei problemi, ma soltanto pochi di loro possono competere con quelli di Aislinn, che ha il potere di vedere le fate. Facilmente comprensibile il fatto che voglia provare a condividere l'ignoranza dei suoi amici e cercare di evitare questi intrusi invisibili. Ma una fata in particolare rifiuta di lasciarla in pace. Keenan il Re dell'Estate è convinto che Aislinn sia la regina che cercava da nove secoli. Cosa può fare una ragazza del ventunesimo secolo quando è pedinata da un corteggiatore che nessun altro può vedere? Il debutto fantasy di Melissa Marr assaggia il romance.


Autore: Melissa Marr
Titolo: Wicked Lovely
Editore: Fazi
Prezzo: € 12,00
Pagine: 328

Non mi è mai piaciuto criticare le opere degli altri, per motivi che spaziano da quel piccolo senso di colpa che si prova, fino alla paura di incorrere nelle diverse critiche di chi predilige una data opera, anche se fino ad ora non ne avevo mai avuto molto bisogno, grazie ad acquisti studiati non poco, prima di essere effettuati.
Era anche da tanto che ero attrata da questo libro (si, le copertine ingannano), che volevo provare a dargli una chance, ma mi frenava qualcosa che non saprei definire, che sin dalla trama mi diceva "no, non è il caso, passa ad altro", ma io, testarda, ho dato la benedetta chance all'opera di debutto di Melissa Marr.
Ora sono abbastanza sicura che avrei potuto risparmiare tempo e denaro per altro.
Siamo ad Huntsdale, piccola cittadina americana in cui vivono solo qualche sporadico umano e molte antipatiche e dispettose fate invisibili che solo Aislinn, la nostra "eroina", dalla capacità di irritare il lettore, riesce a vedere.
Tra i pochi esseri umani che abitano la cittadina troviamo Seth: giovane sexy e intellettuale che ha molto successo con le ragazze, e che prova un evidente interesse per la protagonista. Aislinn è innamorata di lui, ma non vuole una storia di una notte, quindi "continua a negarsi".
In tutto questo, la nostra giovane amica è stata cresciuta da sua nonna e abituata a seguire delle regole importanti riguardanti le fate che possono essere riassunte tutte in una semplice frase: fai finta che le fate non esistano anche se ti prendono a mazzate. Aislinn segue alla lettera ogni singola regola, fino a quando due fate non iniziano a pedinarla (si tratta di puro stalking) e una di loro, Keenan, il Re dell'Estate, si presenta e, dopo poco, le sue intenzioni sono chiare: vuole fare di Aislinn la sua regina.
Da qui, gettate le basi per un triangolo amoroso parecchio interessante, ci si potrebbe aspettare di veder decollare la storia o di vederla decadere completamente. Beh, per quel che mi riguarda, sprofonda negli abissi del Tartaro per non riprendersi più.

Tutto ciò che accade dopo che viene chiarito il plot di ogni personaggio è un continuo toccare argomenti che, se sviluppati meglio, avrebbero portato Wicked Lovely ad un livello nettamente superiore. Ma il tutto continua con una prevedibilità, perdonatemi il termine, quasi schifosa, in cui l'autrice non si degna minimamente di azzardare una mossa, ma imperterrita scrive esattamente quello che serve per rendere la storia banale e insignificante.
Notare che nella vita si fanno sacrifici. Questa comunione dei beni che la Marr applica alla fine del romanzo per non far perdere nulla ad Aislinn non mi piace per niente.
Lo stile dell'autrice è fluido, scorrevole e piacevole da leggere, cosa che mi ha aiutato a finire questo volume. Ma, forse perchè opera di debutto, è nettamente visibile una ricerca dell'innovazione che non c'è e che rovina il resto della storia.

Concludo dicendo che il mio giudizio probabilmente deriva da un'aspettativa piuttosto alta (anche se avevo diverse perplessità), e quindi se siete alla ricerca di un'opera leggera e poco impegnativa, non posso non consigliarvi questo titolo e i suoi quattro seguiti.
Ma se ciò che cercate è una storia con delle basi un po' più solide, non esitate e rivolgetevi altrove.

Dove comprarlo?


Voto:


giovedì 21 luglio 2011

Recensione: The Hunger Games di Suzanne Collins

Nelle rovine di un luogo una volta conosciuto come Nord America si trova ora la nazione di Panem, un brillante metropoli, Capitol City, che regna su dodici distretti. Capitol City è dura e crudele e mantiene i distretti in riga forzandoli a inviare un ragazzo e una ragazza tra i dodici e i diciotto anni, per partecipare agli annuali Hunger Games, un combattimento per la vita mandato live in TV.
La sedicenne Katniss Everdeen, che vive da sola con la madre e la sorella minore, considera come una sentenza di morte quando si offre per prendere il posto della sorella nei Giochi. Ma Katniss è già stata vicina alla morte prima di allora - e la sopravvivenza, per lei, è una seconda natura. Senza davvero volerlo, diventa una contendente. Ma se deve vincere, dovrà iniziare a prendere decisioni che peseranno sulla sua sopravvivenza e contro l'umanità e la vita e l'amore.

- Goodreads


Autore: Suzanne Collins
Titolo: The Hunger Games
Editore: Mondadori
Prezzo: EUR 14,45

In un futuro post-apocalittico, il Nord America non esiste più, sostituito dalla Nazione di Panem, governata dalla grande metropoli di Capitol City, con ai propri piedi ben 12 Distretti (una volta 13), ognuno di essi preposto ad un compito specifico (agricoltura, costruzione di armi e tecnologia in generale, lavoro in miniera, etc...) e tutti costretti a partecipare ai famosissimi Hunger Games, in cui 24 ragazzi tra i dodici e i diciotto anni, due da ogni distretto (maschio e femmina), vengono sorteggiati come alla lotteria nel giorno del "reaping" e sono costretti a combattere (volenti o nolenti) ad una battaglia all'ultimo sangue, dove soltanto uno potrà essere il vincitore, per la felicità del sadico popolo di Panem.

L'eroina della storia è Katniss Everdeen, sedicenne direttamente dal Distretto 12, che vive in una piccola e povera comunità, il "Giacimento", trasgredendo tutte le regole che vietano la caccia per aiutare la propria famiglia, sua madre e la sorella minore, a sopravvivere, con l'aiuto dell'amico Gale.
La vita della nostra eroina cambia drasticamente quando, il giorno dell'estrazione dei due partecipanti del Distretto 12, si offre volontaria per sostituire la sorellina Prim, prescelta inizialmente dalla sorte per partecipare agli spietati Hunger Games. A complicare le cose si aggiunge il giovane Peeta Mellark, in qualche modo legato a Katniss, selezionato anche lui per partecipare ai Giochi.

Da questo punto "The Hunger Games" inizia a entrare nel vivo, attraversando momenti di suspense, violenza, riflessione, amore (beh, più o meno), tristezza, e molti altri che hanno portato l'opera della Collins in diverse scuole nell'ora di letteratura.
Il personaggio di Katniss, attraverso azioni che non incontrano la simpatia dei lettori ma che si rivelano essere quelle giuste ai fini della sopravvivenza, si rivela complesso e intrigante, grazie anche all'utilizzo della prima persona, che porta direttamente a comprendere uno degli obbiettivi dell'autrice: mettere in evidenza l'impotenza della protagonista contro quello che le succede. Tutti i partecipanti sono infatti in diretta 24 ore su 24 in tutta la nazione di Panem, quindi Katniss si ritrova costretta a sottostare alle azioni dei Gamemakers, che decidono quando una giornata è passata senza troppi sviluppi o viceversa, intervenendo nell'arena creando situazioni che possano interessare il pubblico.

Lo stile della Collins si dimostra efficiente nel suo obbiettivo, ironico al punto giusto, che porta il lettore ad immergersi completamente nel mondo da lei creato e, anche grazie alla costante suspense, crea una specie di assuefazione divagante che mi ha tenuta incollata al libro fino alla fine.
Chiunque non abbia letto quest'opera, quindi, la prenda davvero in considerazione perchè, una volta finito questo volume, vi ritroverete ad acclamare la P.A.B.D. (Post Amazing Book Depression), il che può soltanto minimamente indicare quanto ne valga la pena.

Sottolineo che The Hunger Games è il primo volume di una trilogia, seguito da Catching Fire e Mockingjay, e il 23 Marzo 2012 uscirà nelle sale cinematografiche, sperando per un'uscita in contemporanea in tutti i paesi!


Dove Comprarlo?





Voto:

mercoledì 20 luglio 2011

Waiting On Wednesday #4

Quarto appuntamento con la rubrica Waiting On Wednesday, presentata dal blog Breaking The Spine, dedicata interamente ai libri in uscita che desideriamo leggere ardentemente!

Lauren Oliver ha affascinato i lettori con Delirium, il primo libro dell'intrigante trilogia di genere distopico in cui Lena Haloway ha osato innamorarsi di Alex e sfuggire alla cura, la procedura decisa dal governo che rende le persone immuni all'amore. Lena e Alex hanno rischiato la propria vita per abbandonare la loro opprimente società, ma solo Lena ci è riuscita.
Pandemonium continua l'avvincente storia di Lena. Dopo essere fuggita da Portland, nel Maine, Lena raggiunge le Terre Selvaggie ed entra a far parte di una comunità di Invalidi, dove diviene un membro della resistenza. Un futuro senza Alex è inimmaginabile, ma Lena và avanti e combatte, sia per lui che per un mondo in cui l'amore non sia più considerato una malattia. Travolta da un mix di rivoluzionari e controinsurrezionisti, Lena lotta per sopravvivere - e non crede di potersi innamorare nuovamente.

Pieno di pericoli, amori proibiti e una scrittura squisita, il sequel di Lauren Oliver scorre in avanti con un ritmo mozzafiato e sicuramente intrigherà tutti i fans che bramano la grande posta in gioco e l'azione di The Hunger Games  e la storia d'amore agrodolce di Romeo e Giulietta.

Perchè sto aspettando questo libro?
Perchè la fine di Delirium è stata uno dei cliffhanger più terribili che abbia mai letto e ha lasciato dentro di me una smania terribilmente pericolosa di continuare la storia.
 Lauren Oliver, ti tengo d'occhio.


martedì 19 luglio 2011

Teaser Tuesday #2 - The Hunger Games


Dopo un paio di settimane di assenza della rubrica Teaser Tuesday, eccoci finalmente arrivati al secondo appuntamento!

Ricordo a tutti in cosa consiste questa rubrica...
- Prendere il libro che si sta leggendo in questo momento;
- Aprirlo ad una pagina a caso;
- Condividere uno spezzone, stando attenti però a non includere spoiler!
Inoltre occorre segnalare titolo ed autore nel caso in cui partecipanti al TT o i lettori vogliano inserire il libro nella loro lista dei libri da leggere!

Now I smile. "How's everything with you?" I call down cheerfully.
This takes them aback, but I know the crowd will love it.
"Well enough," says the boy from District 2. "Yourself?"
"It's been a bit warm for my taste," I say. I can almost hear the laughter from the Capitol. "The air's better up here. Why don't you come on up?"

"Ora sorrido. 'Come va là sotto?' Chiamo con voce felice.
Questo li fa indietreggiare, ma so che la folla lo adorerà.
'Abbastanza bene,' dice il ragazzo dal Distretto 2. 'Tu?'
'E' un po' troppo caldo per i miei gusti,' dico. Riesco quasi a sentire le risate dal Capitol. 'L'aria è meglio quassù. Perchè non salite?'







Titolo: The Hunger Games
Autore: Suzanne Collins

lunedì 18 luglio 2011

It's Monday! What Are You Reading? #3


Terzo appuntamento con la rubrica It's Monday! What Are You Reading? di Sheila, di Book Journey!
Vi ricordo che, se vorrete condividerla, dovrete semplicemente inserire i libri che avete letto durante l'ultima settimana, quelli che state leggendo attualmente e quelli che leggerete in seguito!

Passando al pratico...

Cosa ho finito di leggere


Leggende del Mondo Emerso: Gli Ultimi Eroi - Licia Troisi


Delirium - Lauren Oliver

Cosa sto leggendo in questo momento



The Hunger Games - Suzanne Collins

 Sinopsi, da Goodreads:
  Nelle rovine di un luogo una volta conosciuto come Nord America si trova ora la nazione di Panem, un brillante metropoli, Capitol City, che regna su dodici distretti. Capitol City è dura e crudele e mantiene i distretti in riga forzandoli a inviare un ragazzo e una ragazza tra i dodici e i diciotto anni, per partecipare agli annuali Hunger Games, un combattimento per la vita mandato live in TV.
La sedicenne Katniss Everdeen, che vive da sola con la madre e la sorella minore, considera come una sentenza di morte quando si offre per prendere il posto della sorella nei Giochi. Ma Katniss è già stata vicina alla morte prima di allora - e la sopravvivenza, per lei, è una seconda natura. Senza davvero volerlo, diventa una contendente. Ma se deve vincere, dovrà iniziare a prendere decisioni che peseranno sulla sopravvivenza contro e contro l'umanità e la vita e l'amore.

Cosa leggerò dopo


Wicked Lovely - Melissa Marr


Cuore Nero - Amabile Giusti


Starcrossed - Josephine Angelini

Sono ancora indecisa su quale iniziare prima, una volta finito The Hunger Games (se non entrerò in uno stato catatonico causato dal bisogno del seguito Catching Fire, il che è molto probabile).
Probabilmente continuerò le letture in inglese con Starcrossed o passerò a Wicked Lovely, perchè il 27 partirò per Dublino e non voglio libri in sospeso D:
Vedremo un po' a tempo debito *risata malefica*

E voi, come procede da voi? :D

Recensione: Delirium (#1) di Lauren Oliver

Prima che gli scienziati trovassero la cura, le persone credeva che l'amore fosse una buona cosa. Non sapevano che una volta che l'amore -- il delirio -- inizia a scorrere nelle tue vene, non esiste più via d'uscita. Le cose ora sono diverse. Gli scienziati riescono ad estirpare l'amore, e il governo ha deciso che ogni cittadino riceva la cura subito dopo aver compiuto diciotto anni. Lena Haloway ha sempre atteso con ansia il giorno in cui sarebbe stata curata. Una vita senza amore è una vita senza dolore: sicura, misurata, prevedibile, e felice.
Ma a novanta giorni dalla cura, Lena compie l'impensabile: Si innamora.
-Goodreads


Autore: Lauren Oliver
Titolo: Delirium
Editore Italiano:Piemme
Prezzo: 18,00
Pagine: 383


Ci sono libri che regalano una gamma di emozioni così grande, che spesso non si riesce a trovare le parole giuste per descriverle e, anzi, si teme di danneggiare qualcosa di prezioso.
Sono libri che avanzano piano nel cuore, che incantano, ammaliano, stregano, costringendoti a pensare a loro, a sognarli, a immaginarli, a costruire finali alternativi o continuazioni inaspettate.
Delirium, per me, è stato uno di questi.

Lena, la diciassettenne protagonista, aspetta da tutta la vita di poter essere curata. Ora, a novantacinque giorni dalla procedura che le permetterà di vivere la vita che da sempre sogna e pretende, un dubbio si fa strada dentro di lei:
La cura è davvero ciò che desidera?
Questo pensiero l'attanaglia sempre più fino a quando Lena non incontra Alex, e la sua vita prende una direzione inaspettata: il Delirium Amoris Nervosum l'ha infettata.

Lauren Oliver, con le sue descrizioni dettagliate e meravigliose, e con la sua rappresentazione dell'amore, riesce a colpire nel segno il lettore, descrivendo una storia che, grazie all'idea di base (l'amore come malattia, delitto, pena), riesce a portare al massimo i battiti cardiaci, provocando non pochi casi di tensione-post-Delirium (ad un certo punto ho dovuto chiudere per fare una corsa).
Tutti i personaggi principali appaiono meravigliosi. Da Lena, ragazza forte ma con le sue debolezze, che matura attraverso tutto il romanzo in maniera esemplare, fino ad Alex *sospiro*, il ragazzo che la "risveglia", creando una simbiosi dei due personaggi che, nel finale (anche se sul momento è un vero schiaffo in faccia) costringe a urlare e pregare che i mesi che mancano per l'uscita del seguito, Pandemonium, passino in fretta.
Tutto ciò, anche se i curati, con il loro modo di comportarsi, di vivere, di ignorare, sono riusciti ad impaurirmi un po'; ma sono comunque resi alla perfezione e sempre coerenti a loro stessi, esenti da qualsiasi tipo di legame affettivo.

Delirium si conclude in un modo parecchio... ingiusto, come già accennato poco fa.
La sua conclusione lascia a bocca aperta, si. Non posso dirvi che non sia una GRAN colpo di scena, assolutamente. Devo riconoscere che non me lo sarei mai aspettato, ovvio. Bisogna anche dire che avrete voglia di urlare in faccia all'autrice "PERCHE' MI HAI FATTO QUESTO!", non c'è dubbio.
Però... questa sua fine, anche lasciando un retrogusto amaro e una Valle di Lacrime infinitamente grande, vi spingerà a supplicare per il seguito. Vi porterà sull'orlo di una crisi di nervi, che accenderà in voi speranze.
Perchè uno dei messaggi più belli di tutta l'opera si apprende subito dopo aver digerito il terribile cliffhanger, ed è espresso da una delle frasi di cui ho minuziosamente preso nota (dopo aver sepolto di quadratini di carta igienica le pagine più belle di tutto il libro):
Preferirei morire a modo mio che vivere a modo loro. Preferirei morire amando Alex che vivere senza di lui.
E allora, siete o non siete intrigati da questo libro?
Si? Ne sono convinta. No? Impossibile

Dove acquistarlo?





Voto:

domenica 17 luglio 2011

In My Mailbox #4


Eccomi di ritorno, dopo una pausa mare di qualche giorno, con il quarto appuntamento della rubrica In My Mailbox presentata per la prima volta da Kristi di The Story Siren.
Questa settimana è stata proficua, ed ecco ciò che è finito nella mia libreria:

Direttamente da IBS, in lingua originale e con spedizione gratuita, sono arrivati
The Hunger Games, di Suzanne Collins
Starcrossed, di Josephine Angelini
City of Fallen Angels, di Cassandra Clare

Invece, in ritorno dalla mia breve visita a Milano, mi porto dietro
Wicked Lovely, di Melissa Mar
Cuore Nero, di Amabile Giusti
Delirium, di Lauren Oliver

 Si, è davvero stata una settimana piena *espressione sognante*, erano tutti libri che volevo leggere da morire (ciao, City of Fallen Angels, ciao.), in particolare Cuore Nero è il primo titolo di questo tipo che leggo, di un'autrice italiana..! E poi, se non erro, è ambientato qui da me in Calabria, per cui sono proprio curiosa di leggerlo *espressione sognante due il ritorno*
E voi? Avete qualcosa di nuovo in libreria per questa settimana?

giovedì 14 luglio 2011

Recensione: Gli Ultimi Eroi (Leggende del Mondo Emerso #3) di Licia Troisi

Il Mondo Emerso sembra giunto definitivamente al tramonto. Il morbo che il re degli elfi ha insinuato nella popolazione sta contaminando ogni villaggio, e l'unico antidoto, una pozione distillata dal sangue di ninfa, non basta a curare tutti i malati. Mentre ogni speranza sembra perduta, Adhara decide di non opporsi più al proprio destino e di essere fino in fondo Sheireen, la creatura nata per combattere il Marvash, il male assoluto. Grazie al suo coraggio e all'aiuto di una guerriera ribelle, l'origine del morbo viene infine svelata, e un'innocente sottratta a un immane supplizio. Ma le voci di un'inattesa minaccia iniziano a serpeggiare tra i sopravvissuti, e un attacco di inaudita potenza sembra covare nelle riunioni segrete del re degli elfi e i suoi seguaci. L'arma che annienterà per sempre il Mondo Emerso sta per abbattersi sulla Terra del Vento, e Adhara dovrà compiere una scelta dolorosa e definitiva, sacrificando alla missione molto più di se stessa.


Autore: Licia Troisi
Titolo: Gli Ultimi Eroi
Editore Italiano: Mondadori
Prezzo: 18,00
Pagine: 384

! -> Spoiler sicuri da qui <- !


Anche se un po' in ritardo: Grazie.
Grazie al Mondo Emerso che mi ha accompagnata per tutti questi anni divertendomi tra alti e bassi, e grazie a Licia per avermi dato la possibilità di crescere, in un certo senso, con i suoi personaggi.
Nelle Leggende la lettura si svolge sotto un'alone di oscurità, che sin dal primo libro mi aveva fatto temere su come si sarebbe potuta concludere la storia; temevo un finale tragico, triste, strappalacrime.
Ho avuto quasi tutto, tranne il tragico, annientato da una bellissima speranza (strappalacrime) che permea gli ultimi capitoli del volume, grazie all'intervento di Amina.
Amina, tesoro mio, gioia mia, uno dei pochissimi personaggi per cui ho evitato di gettare il libro dalla finestra per la disperazione che mi gravava addosso, la mia speranza, a cui mi sono aggrappata in maniera quasi maniacale per evitare di deprimermi.
E, infine, Adhara e Amhal. Loro, il motivo della mia disperazione, il motivo per cui alla fine del libro penso di essermi disperata come mai prima di allora e per cui Gli Ultimi Eroi entra di diritto nella classifica dei libri per cui ho versato più oceani di lacrime.
Unica nota negativa di tutta la situazione: San. Una vera e profonda delusione il motivo per cui ha fatto ciò che ha fatto. Mi ritrovavo a ridere piuttosto che dispiacermi per lui. Sinceramente, mia sorella (7 anni) lo straccia in maturità; quanti anni avrà avuto? 40 e qualcosa? Di più? Non potevo nemmeno odiarlo, ero troppo presa dallo sbellicarmi dalle risate per lui. E il suo finale? Così inesistente e distruttivo (ho capito che è il Marvash, ma calmiamoci) che mi sarebbero cadute le braccia, se non fossi stata occupata a versare litri di lacrime per altri personaggi.

A parte tutto, è un libro che merita nel panorama fantasy italiano, in cui non mancano spunti di riflessione (e disperazione, ce n'è per tutti i gusti), quindi lo consiglierei a tutti gli amanti del genere, soprattutto fantasy ya. 
Quattro stelle e non il massimo soprattutto per le motivazioni di San, per il finale poco chiaro riguardante il personaggio di Theana (nel senso, alla fine che fa? Non ho ben chiara la sua decisione e nemmeno cosa le sia successo per aver detto quelle cose alla fine) e per la scelta di vita di Amina (giuro che non riesco proprio a immaginarmela in quel modo). 

DOVE COMPRARLO?



 Voto:

lunedì 11 luglio 2011

It's Monday! What Are You Reading? #2


Secondo appuntamento con la rubrica di Sheila, del blog Book Journey: It's Monday! What Are You Reading?
Finalmente mi sono arrivati i libri che avevo acquistato e questa settimana si prospetta piena di letture! :D
Intanto, passando ai contenuti...

Cosa ho finito di leggere



Città di Vetro - Cassandra Clare

Cosa sto leggendo in questo momento



Leggende del Mondo Emerso: Gli Ultimi Eroi - Licia Troisi

Cosa leggerò dopo


The Hunger Games - Suzanne Collins


Come procedono le vostre letture? ;)

domenica 10 luglio 2011

In My Mailbox #3


E' arrivato il momento della rubrica presentata per la prima volta da Kristi, di The Story Siren, "In My Mailbox".
Questa settimana ho comprato:


Leggende del Mondo Emerso: Gli Ultimi Eroi, di Licia Troisi.

Anche se è stato pubblicato tempo fa, solo ora ho trovato la voglia (più o meno, sono ancora in P.A.B.D. per Città di Vetro) di comprarlo e dedicarmi alla lettura dell'ultimo capitolo di tutta la saga del Mondo Emerso.

Per questa settimana è tutto qui...!
E voi? ;)

venerdì 8 luglio 2011

Recensione: Città di Vetro (The Mortal Instruments #3) di Cassandra Clare

Clary era convinta di essere una ragazza come mille altre, e invece non solo è una Shadowhunter, una Cacciatrice di demoni, ma ha l'eccezionale potere di creare rune magiche. Per salvare la vita di sua madre, ridotta in fin di vita dalla magia nera di suo padre Valentine, Clary si trova costretta ad attraversare il portale magico che la porterà nella Città di Vetro, luogo d'origine ancestrale degli Shadowhunters, in cui entrare senza permesso è proibito. Come se non bastasse, scopre che Jace, suo fratello, non la vuole laggiù, e Simon, il suo migliore amico, è stato arrestato dal Conclave, che non si fida di un vampiro capace di sopportare la luce del sole. Con Valentine che chiama a raccolta tutti i suoi poteri per distruggerli, l'unica possibilità de Shadowhunters è stringere un patto con i nemici di sempre: i Figli della Notte, i Nascosti e il Popolo Fatato. E mentre Jace si rende conto a poco a poco di quanto sia disposto a rischiare per Clary, lei deve imparare a controllare al più presto i suoi nuovi poteri. L'amore è un peccato mortale... forse, e i segreti del passato rischiano di essere fatali. 
Autore: Cassandra Clare
Titolo: Città di Vetro





Editore italiano: Mondadori/Oscar Mondadori

Prezzo: 17.00/9.50 €

Pagine: 565


! -> Possibili spoiler da qui <- !
Bello, bello, bello e bello. Semplicemente magnifico!
L'ultimo capitolo della trilogia degli Strumenti Mortali ti costringe a leggerlo, e leggerlo, e leggerlo, e poi, magari anche rileggerlo!
Valentine è ormai prossimo all'attuazione del suo piano, da bravo psico-salvatore del popolo, mentre tutti si riuniscono ad Idris, la patria degli Shadowhunters (finalmente svelataci!), per capire come contrastarlo e aspettandosi un attacco improvviso. Ormai il nemico ha quasi tutto ciò che gli serve: la spada, la coppa e... manca lo specchio. La storia tra Jace e Clary si complica per il comportamento di lui e i poteri di lei, e appaiono nuovi personaggi, come il misterioso (e al contempo familiare) Sebastian Verlac.

Escludendo la deludente copertina italiana, che fa alquanto rabbrividire (Jace, quello per me non sei tu), la storia si prospetta magnificamente magnifica, piena di momenti stregati, capaci di farti piangere, ridere, rimanere incredula e molto altro MA... non annoia mai.
Il mio terrore, iniziando a leggere questo volume, è stato subito un finale non all'altezza dei capitoli precedenti, ma indubbiamente mi sbagliavo, e non poco!
La Clare riesce a reggere il confronto e concludere la trilogia senza intoppi, senza dubbi, senza lasciare l'amaro in bocca ma, anzi, con una soddisfazione vagante che ha ufficialmente innalzato la serie ponendola tra le più belle che abbia letto fino ad ora.
Tutti i personaggi sono maturati, hanno sofferto, hanno gioito, e tutti, senza esclusione di colpi, sono stati capaci di emozionarmi con la loro storia. Dall'imprevedibilità della trama, che si evolve interamente ad Idris, per arrivare alle battute finali, che si snodano perfettamente, stupendomi per la minuziosità della Clare: semplicemente magnifica!

Concludo quindi, dopo una settimana di lettura interamente dedicata agli Strumenti Mortali (la prima trilogia), aspettando l'arrivo da IBS di City of Fallen Angels, consigliando e costringendo tutti a leggere ogni singolo capitolo di questa serie, se non lo avete già fatto, perchè....
perchè è semplicemente magico.






DOVE COMPRARLO?


Voto:

mercoledì 6 luglio 2011

Waiting on Wednesday #3

Anche questa settimana è arrivato il momento della rubrica Waiting On Wednesday, presentata dal blog Breaking The Spine, dedicata ai libri in uscita che desideriamo ardentemente leggere!



From the #1 New York Times bestselling author of Shiver and Linger comes a brand new, heartstopping novel.
With her trademark lyricism, Maggie Stiefvater turns to a new world, where a pair are swept up in a daring, dangerous race across a cliff--with more than just their lives at stake should they lose.






Titolo: The Scorpio Races
Autore: Maggie Stiefvater
Data di uscita: 18 Ottobre 2011

The Scorpio Races sarà la nuova (e, a quanto pare, autoconclusiva) fatica di Maggie Stiefvater, autrice della già conosciutissima serie dei lupi di Mercy Falls!
Personalmente, sono in trepida attesa soprattutto perchè amo lo stile dell'autrice, che mi strega con ogni sua opera! Quindi sono sicura di prenderlo non appena uscirà :D