Cerca nel blog

venerdì 13 settembre 2013

Recensione: Twisted Perfection (Perfection #1), di Abbi Glines

La mia recensione
Titolo: Twisted Perfection (Perfection #1)
Autore: Abbi Glines
Pagine: 290
Inedito
"La vita fuori casa era una nuova esperienza per Della Sloane. I segreti oscuri del suo passato non erano qualcosa che voleva condividere. Nessuno avrebbe mai capito. Nessuno si sarebbe mai avvicinato abbastanza a lei da scoprirlo. C'era sempre l'alternativa che impazzisse prima di qualsiasi previsione...
Woods Kerrington non era mai stato attratto dalle ragazze fragili. Per lui erano un lavoro troppo grande da svolgere. Non gli interessava lavorare più del giusto: desiderava solo il piacere. Una notte folle era proprio quel che aveva in mente nel momento in cui decise di posare lo sguardo sulla fantastica ragazza che non riusciva a mettere la benzina, che aveva bisogno d'aiuto.
Quel che non sapeva era che lei era forse la più fragile, tra le donne.
La ragazza dal carattere estroverso che diceva tutto ciò che le passava per la testa senza interessarsi di quel che gli altri pensassero era più facile da spezzare di quanto potesse mai immaginare."


Twisted Perfection è, purtroppo, il primo romanzo di una duologia a opera di Abbi Glines, che avevo sperato essere un autoconclusivo, un romance da leggere in un momento di svago e da concludere con un sorriso sulle labbra, ma si è invece rivelato essere ancora una volta il primo libro di una serie inutilmente allungata.

La storia parla di Della e Woods, quest'ultimo un personaggio già presentato dall'autrice in un'altra serie, Rosemary Beach, che è stata allungata anch'essa a dismisura per la felicità dei fan (non la mia, questo è certo). Non mi intratterrò nel riassumere la trama perché quando si parla di romanzi del genere, come ben sapete, siamo sempre lì: Della è una ragazza tormentata, che cerca il proprio posto nel mondo, e Woods è il figlio del ricco imprenditore che si innamorerà di lei, corteggiandola fino a quando la protagonista non cadrà tra le sue braccia.
Sul momento Twisted Perfection si presenta come un romanzo carino. Carino, ma abbastanza simile alle precedenti storie della Glines. Sarà che quest'ultima da quando ha iniziato la sopracitata saga "Rosemary Beach" non è riuscita a coinvolgermi più di tanto come aveva fatto con i personaggi della divertente serie "Sea Breeze", che presto vedrà unirsi ai suoi ranghi un nuovo romanzo (Misbehaving, che si prospetta essere fantastico). TP, che non si capisce se sia il terzo libro della Rosemary Beach o il primo di una nuova saga, Perfection, è stato un romanzo tipicamente romance, che segue bene i canoni e che poteva valere più di quanto non sia effettivamente valso per colpa del desiderio finale della Glines di concludere il libro lasciando aperte molte porte, costringendo il lettore a sorbirsi un sequel di cui io avrei volentieri fatto a meno.
Una cosa che alcuni autori di questi Romance, di New Adult e pochi altri, inizia sempre di più a diventare un mio personale pallino: sembra che a questi scrittori non passi neppure minimamente per la testa che il loro voler perennemente aggiungere e allungare il brodo in storie che potrebbero benissimo - e dovrebbero, aggiungerei - concludersi in un solo romanzo, stressi parecchio alcuni lettori. Questa mania, che è nata da quando alcuni "brillanti" autrici le quali hanno deciso di riproporre a noi rispettabili acquirenti la stessa solfa rivista da un POV (punto di vista) differente (si veda Walking Disaster, di Jaime McGuire, o il rinomato Midnight Sun, di Stephenie Meyer) si propaga sempre di più per le librerie americane e, da poco, anche in quelle italiane. Personalmente non mi convince, perché ha tutte le carte in regola per potersi considerare una manovra non poco commerciale e direi anche un po' stupida - non mi esalta l'idea di rileggere una storia da un altro punto di vista - però posso capire il desiderio di un lettore di approfondire una storia da lui/lei amata. Certo, guardo con ben altro occhio le storie che, invece, vengono allungate senza motivi precisi, quelle saghe che non vedono mai la fine non perché l'autore o autrice ha in mente una storia che ha bisogno dei propri tempi per crescere, ma perché gli "artisti" in questione decidono di non attingere più alla loro immaginazione, finendo invece per alimentare storie che si assomigliano un po' tutte e che, in molti casi, sono addirittura proposte dall'editore per assicurare un guadagno che permetta di pubblicare storie meno conosciute dalla massa.

Concludendo, Twisted Perfection è un romanzo che consiglio di leggere a chi abbia voglia di un romance, ma non a chi desideri avere tra le mani qualcosa di autoconclusivo o completo. Il sequel sarà disponibile da fine Settembre, e da quel momento chi ne avrà la pazienza potrà cimentarsi nella lettura. Io, invece, non continuerò la duologia - carina, sì, ma c'è di meglio.

Trama: scorrevole ma un po' affrettata.
Personaggi: ben delineati. Mi sono piaciuti.
Scrittura: fluida.
Difficoltà in lingua: 4/10 è davvero semplice.
Edizione: ebook. Impaginazione buona ma non eccezionale.
Personale: forse non ero molto in vena di un libro simile, ma non mi ha esaltata.
Voto: 2.5/5

Potete acquistare Twisted Perfection qui!



L'AUTRICE


Potete trovare informazioni su Abbi Glines sul suo blog - Qui.
Il suo romanzo di debutto, Breathe, può essere acquistato in formato digitale su Barnes and Noble e Amazon. Existence, un paranormal romance, è stato pubblicato il 13 Dicembre 2011 dalla Wild Child Publishing. Ha anche pubblicato love story contemporanee come The Vincent Boys e Because of Low.
In questo momento sta scrivendo il secondo libro nella trilogia Existence.

8 commenti:

  1. "Twisted Perfection" non fa parte di una duologia, ma di una serie, "The Rosemary Beach Series" ed è il terzo volume, lo ha chiarito la Glines in più di una occasione. Questo perchè i LETTORI hanno chiesto la storia di Grant, il fratellastro di Rush, il protagonista maschile del primo, secondo, e quarto volume della serie. In un primo tempo ha deciso di creare serie separate, poi si è accorta che c'erano molte sovrapposizioni e le ha riunite.
    In seconda battuta non ho capito molto la tua recensione. Non si capisce effettivamente il tuo voto. Per il fatto che poi ci sarà un sequel? Perchè sta diventando una moda? Che poi i sequel ci sono da una vita, la Glines non è di certo la prima ad usarli. Pensa alla Saga di Anita Blake della Hamilton o a quella della Ward. Solo perchè si tratta di romance e non di fantasy-paranormal non vuol dire che non si possa fare. Le situazioni sono varie e sempre diverse. E citi la serie Sea Breaze e Misbehaving, il libro su Jason. Vuol dire che sei già passata per il quinto volume, Sometimes it lasts, volume sequel alla storia While it lasts, data per finita e chiusa. Quello non ti ha dato fastidio? Non voglio essere polemica, voglio solo capire i motivi per cui hai demolito questo libro. La tua conclusione della recensione, non mette davvero in luce il perchè "c'è di meglio". E' un problema di caratterizzazione, di trama, di ambientazione, di dinamiche, di scrittura? Non metto in dubbio che questa scrittrice possa piacere o non piacere. E' perfettamente normale e legittimo. Però questa recensione non mi dice niente se non come tu la pensi sui sequel, su cui potevi scrivere un post a parte.
    In definitiva la mia domanda è: "Che cosa pensi effettivamente di Twisted Perfection in quanto tale?"
    Senza polemica, spero che non ti sia offesa, e se qualcosa di questo commento lo fa, mi scuso in anticipo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquilla, non me la prendo affatto :) più che altro mi sembra tu te la sia presa, e non era di certo mio intento offendere qualcuno. Il romanzo mi è sembrato carino, ma come ho scritto c'è di meglio e inoltre poteva pure concludersi con un solo volume. Ho divagato sul modo in cui ultimamente si leggano molti autori che decidono di allungare il brodo proprio per chiarire il perché non leggerò il sequel. In ogni caso, Abbi Glines è una delle mie autrici preferite quando ho bisogno di un romanzo romance come Twisted Perfection, ma non credo che TP sia al livello di altri suoi libri, come appunto la saga Sea Breeze. Inoltre TP fa parte sia di una duologia che di una serie: su Goodreads è segnato come primo volume di Perfection (la duologia, per l'appunto) e terzo volume (3? 3.5? Non ricordo attualmente) di Rosemary Beach. I motivi del voto son chiariti, a mio parere, nella prima parte della recensione, in cui ho scritto che TP è carino, sì, ma meno di altri e come tutta la saga Rosemary Beach, neppure questo è riuscito a coinvolgermi come le altre saghe della Glines.

      Spero di avere chiarito ogni dubbio :)

      Elimina
    2. P.s. Avevo già intenzione di scrivere un intervento sul caso "allungare il brodo". L'ho accennato qui perché questo libro me lo ha ricordato, ma non era un insulto alla Glines - di lei leggo di tutto e di più, anche se alcune cose come la saga prima citata non mi sono piaciute :)

      Elimina
    3. Non l'ho preso come un insulto alla Glines, ci mancherebbe altro. Non sono lei, non la rappresento, non ho alcun legame con la sua persona. Non mi sono offesa, ci mancherebbe pure questo. Il mio era un intervento per capire meglio. Grazie per la risposta. Seguo il tuo blog, da book blogger a mia volta, per farmi un'idea su quello che si dice. Leggo molto in lingua originale, seguo la Glines dal 2011, ammetto di essere un po' fissata con i suoi libri. Pensare che Woods è uno dei miei preferiti. Ma il mondo è bello perchè vario. Aspetto di leggere il tuo post su come proseguire una serie, anzi mi hai dato lo spunto per scriverne uno a mia volta.
      Alla prossima!

      Elimina
    4. Ahahah anche io sono un po' fissata con i libri della Glines, per questo comunque ho messo 2.5 a TP, perché di solito mi piacciono di più i suoi libri. I miei preferiti rimangono per ora quelli della saga Sea Breeze (While it Lasts mi è piaciuto davvero tantissimo!). Non vedo l'ora di avere il nuovo :)
      P.s. Non ho la presunzione di consigliare ad autori "come perseguire una serie". Volevo giusto scrivere un intervento per porre l'accento sull'andazzo attuale delle case editrici, sul modo in cui si tende a prolungare romanzi che potrebbero concludersi anche prima dell'effettiva conclusione e il mio punto di vista sul tema! Ogni tanto lo faccio, quando sono "ispirata" ;) comunque mi fa piacere sentire opinioni varie, quindi grazie per i commenti :)

      Elimina
    5. Anncleire,omg s emi dici che questa e' la stori di Grant sono incredibilmente attratta! Me lo consigli?

      Elimina
  2. Vi informiamo che siete stati nominati per il premio The Versatile Blogger Award!!!
    http://viveremillevite.blogspot.it/2013/09/the-versatile-blogger-award-nomination.html
    Cassandra&Tessa

    RispondiElimina

Inserisci qua il tuo commento!