Cerca nel blog

lunedì 6 gennaio 2014

Frozen: tra ghiacci e inverni improvvisi, la Disney che vorrei è qui.

Come potevo farmi scappare l'occasione di parlare un po' dell'ultimo film che ho visto, proprio prima della fine dell'anno, e che mi ha conquistata il cuore?

I heart Frozen, e quindi...



Parliamone.


Frozen, in italiano sottotitolato "Il Regno di Ghiaccio", è il 53esimo classico della Disney e uno dei film di animazione migliori che io abbia visto negli ultimi anni. Perché? Beh, come sapete amo gli elenchi puntati, un po' come l'Uomo con la Bombetta, l'antagonista dei Robinson, quindi non perdiamoci in troppe ciance e...

1. Frozen è l'ultimo lungometraggio firmato interamente dal magico topo e ha una storia di alti e bassi non indifferente.
Concept Art della Regina,
poi diventata Elsa.
Chi di voi ama l'animazione lo saprà, ma fino a pochi anni fa la Disney non riusciva proprio a trovare la formula vincente per riconquistare la magia che l'aveva contraddistinta con i suoi grandi classici. Erano gli studi della Pixar, infatti, a produrre capolavori in CGI (animazione 3D) come Toy Story e Up, mentre la Disney si occupava della sua distribuzione fino a quando, nel 2006, la casa del topo non ha acquistato gli studi di Steve Jobs (sì, la Pixar era sua!) e ha iniziato a riprendersi grazie anche alla mano di John Lasseter, ora Direttore Creativo non solo della Pixar, ma anche della Disney.
Frozen è completamente made in Walt Disney, e si vede (così come lo sono stati Rapunzel - L'intreccio della torre e Ralph Spaccatutto, gli ultimi successoni). Non solo dal plot, ma anche dalla storia che lo caratterizza. L'idea di adattare la fiaba della Regina delle Nevi di Hans Christian Andersen risale infatti agli anni '40, in cui gli studi avevano iniziato a lavorare a un possibile adattamento rivelatosi però troppo complesso per via della figura emblematica della Regina. La storia originale è abbastanza cupa, notò la Disney, motivo per cui non si adattava bene alla trasformazione in lungometraggio e tutti i tentativi successivi di riportare alla luce il progetto, prima negli anni 90 dove fu salvato l'adattamento di un altro lavoro di Andersen, la Sirenetta, andarono in fumo fino al 2000. Gli ultimi tentativi risalgono al 2008, quando si parlava ancora di creare un film in animazione tradizionale (come La Principessa e il Ranocchio, per intenderci), idea sfumata nel 2011, dopo il successo di Rapunzel in CGI, anno in cui La Regina delle Nevi ottenne ufficialmente il titolo di Frozen e un cast tutto nuovo che ci avrebbe lavorato.
Tutto questo grazie anche a John Lasseter, che nonostante i primi lavori di poco successo in Disney (Bolt e La Principessa e il Ranocchio), da Rapunzel a Frozen è riuscito a rivitalizzare gli studi.

2. Frozen è il primo film disney co-diretto da una donna.


Nonostante questo "grande passo" fosse già stato fatto in altri studi di animazione, per la Disney è una prima volta. Nel 2012 è stata infatti nominata Jennifer Lee, che aveva già lavorato a Ralph Spaccatutto nella sceneggiatura, come co-direttore di Frozen, con Chris Buck. Molti hanno detto che dopo l'arrivo della Lee diverse cose sono cambiate nel film, e le stesse protagoniste hanno ottenuto quella limatura finale che le ha rese realistiche ed empatiche al pubblico!

3. Frozen ha una colonna sonora da brividi.
In puro stile Disney, Frozen segue la scia dei capolavori disneyani e introduce una colonna sonora che, checché se ne dica (perché ho letto molti pareri contrastanti), mi ha dato i brividi. Se volete sentirla in tutta la sua potenza vi consiglio calorosamente di non fermarvi alla versione italiana, che comunque è centomila volte meglio nel film che nelle varie versioni pop circolate per mano di artisti Disney discutibili e che, a parer mio, sfigurano molto accanto alla voci del film o, in originale, di una cantante come Idina Menzel. Per chi non lo sapesse, quest'ultima è la doppiatrice di Elsa accanto a Kristen Bell nei panni di Anna, e la nostra Menzel è la stessa cantante di Brodway che figura in Wicked (e anche in qualche puntata di Glee nei panni della madre di Rachel/Lea Michele).
La colonna sonora di Frozen è stata da alcuni additata come "troppo musical". Per quanto riguarda la vostra Isa, invece, questa è la magica Disney, e la musica è stata capace di dare gran parte della magia del topo a questo film.
Un assaggino:


Let It Go ha già vinto come Miglior Canzone Originale ai Phoenix Film Critics Society ed è stata nominata ai prossimi Golden Globe, ai Satellite Awards e ai Broadcast Film Critics Association. Aspetto gli Oscar per pronunciarmi nuovamente. Per quanto riguarda la scenografia, ammirate questo video perché la scena è stata rigirata più volte per la sua complessità - non solo tecnica ma anche emotiva. Meravigliosi gli effetti e meraviglioso il modo in cui la canzone emoziona, con quel testo che mi ha persino strappato una lacrimuccia. Il senso di libertà che traspira dalla canzone, la grande Menzel che rende le parole estremamente potenti e adatte alla figura complessa di Elsa, il piano e gli strumenti che accompagnano le note in un'ascendente musicale che adoro.
Immagino già la Menzel con una bella parrucca bionda che si esibisce in un magnifico teatro, in tutta la sua bravura!
Un altro assaggino: il prossimo video lo sconsiglio a chi non abbia ancora visto il film.


Le voci di Kristen Bell e Idina Menzel in una scena altamente emozionante. Bellissime! Una trasposizione a teatro sarebbe d'obbligo.
Disney, ti aspetto al varco.

4. Frozen e la magia dell'amore.
La Disney riesce a creare film che rimangono nel cuore delle persone, e lo fa a mio parere perché, come ho letto in alcune interviste a direttori e non, tenta di rendere i personaggi empatici agli occhi del pubblico. Come fare in modo che la Regina delle Nevi non fosse la cattiva stereotipata che abbiamo visto mille volte? Ed ecco che nasce la meravigliosa storia di un amore che tutti noi conosciamo, e che non è per forza quello tra due amanti, ma tra sorelle (o fratelli - è uguale!), e quindi tra Anna ed Elsa. Entrambe due ragazze prima e donne poi, che cambiano durante il film in modi diversi e sanno emozionare, perché il pubblico le vede e ritrova qualcosa che molti hanno provato almeno una volta nella vita. Uno di quegli amori che supera tutti gli altri e che nel film ha persino un personaggio a rappresentarlo: Olaf, il pupazzo di neve delle due sorelle, così come la canzone "Do You Want to Build a Snowman?", cantata dalle due principesse verso l'inizio del film, da lati opposti della porta che le separa emotivamente nonostante l'amore che entrambe provano per l'altra, che spinge Elsa a rifugiarsi nella solitudine per non ferire Anna. Certo, anche in Brave (il film Pixar distribuito Disney) avevamo avuto un assaggio di un amore bello come quello tra madre e figlia, ma in Frozen la tematica è stata amplificata. Il rapporto tra Anna ed Elsa è meraviglioso, e il modo in cui due personalità così differenti siano in realtà così affini è stato reso benissimo dagli studi Disney.
Bellissimo. Davvero stupendo!

5. Frozen e l'incetta di premi: un must.
Frozen sta facendo incetta di premi e non è un caso. Merita di essere visto da tutti gli amanti Disney e anche dai più scettici. Non amate l'animazione? *slap* Andate a guardarlo e poi parlate. Anni di lavoro che hanno infine dato i propri frutti! E amate le canzoni, amate la magia Disney, tornate bambini ed emozionatevi. Riderete con Olaf il pupazzo di neve che sogna l'estate e Sven la renna, sorriderete, perché in Frozen ho ritrovato quelle sensazioni che non si sentono spesso, e magari vi scapperà una lacrimuccia di quelle che solo le grandi emozioni possono dare. Uno di quei film che sicuramente acquisterò in dvd o blu-ray (anche questi - li aspetto al varco) e che riguarderò con il cuore in mano.


"Frozen is the best Disney film since 'The Lion King'", dice il poster qui sopra, ossia "Frozen è il miglior film Disney dal 'Re Leone'". Non ci credete? Guardate con i vostri occhi. La magia della Disney è tornata ancora una volta e lo ha fatto in grande stile, con un film che riesce a racchiudere la forza di grandi classici e che rimarrà nella storia del topo. Sicuramente rimarrà nel mio cuore con le canzoni che si sono affermate senza troppi problemi tra le mie preferite Disney di sempre, accanto a quelle di film come La Sirenetta e Tarzan.
Brava, Disney. Brava.

38 commenti:

  1. bellissimo! l ho visto ieri e ne sono rimasta conquistata *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! Questo film mi è entrato nel cuore, ne parlerei all'infinito!

      Elimina
  2. Noooooooooooo, voglio troppo vederlo anche ioooooooooooooooo *__*
    Mia cugina mi aveva proposto di accompagnarla ma... ho paura che si sia scordata e sia andata senza di me... Va beh, devo assolutamente vederlo ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vacci. Costringi anche un non-disneyano a venire a vedere il film, ma vacci. Chiunque può amare Frozen! Basta provarci... Poi il film fa il resto :)

      Elimina
  3. Meraviglioso *_*
    Uno dei film disney più belli degli ultimi anni e la colonna sonora è davvero stupenda! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Decisamente. È davvero uno dei film Disney più belli, si vede che gli studi stanno davvero riprendendo la mano. Forza, topo!!

      Elimina
  4. Stupendo!! *-* L'ho visto sabato "per sbaglio"...eravamo andate al cinema per vedere un altro film, ma essendoci posti solo in prima fila abbiamo ripiegato su Frozen...era tanto che non mi divertivo ed emozionavo così al cinema!!*-*
    Avevo adorato anche Rapunzel, ma Frozen è davvero magnifico!! E le canzoni...stupende, davvero!!*-* Più di qualche volta anche a me sono venuti i brividi!! E Olaf è addddorabile!!xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Destino ha voluto tu guardassi questo film e lo adorassi! U_U bene! *^* ne sono felice!!

      Elimina
  5. Voglio assolutamente vederlo...le tue parole mi hanno emozionato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dean! Volevo esprimere quanto questo film mi abbia fatta innamorare, e se qualcuno che non lo ha ancora visto ha deciso di andare a dargli una chance mi sento solo più felice!! Vai e poi dimmi cosa ne pensi!!

      Elimina
  6. io l'ho visto ieri e, ad essere sincera, non l'ho trovato niente di che. La canzone è bella, anche se in italiano non mi aveva colpito più di tanto ed è bellissima la storia tra le sorelle.
    ho fatto lo stesso discorso per Brave, Up, e rapunzel(anche se quest'ultima mi è piaciuto di più), non mi piace questo tipo di animazione, con queste facce tutte uguali e, gli occhi grandi e i capelli realistici. Le storie sono sempre stile strappalacrime, ma più volte mi sono ritrovata a ridere perchè mi è sembrato ridicolo... a me piace l'animazione ma, mentre le due sorelle stanno facendo un discorso serio e poi iniziano a cantare? dai, perfavore!
    Mi dispiace essere la voce fuori dal coro, ma per me i grandi "classici" della Disney restato quelli il stile il re leone e la bella e la bestia... non c'è più la stessa atmosfera, oramai anche se la Disney ha comprato i diritti, contnua a fare film in stile pixar, e se un film completamente digitale e in questo stile piace non è nient'altro che un elogio alla pixar.
    Rapunzel è l'unico in questo stile che mi è piaciuto, l'intreccio della storia è più complesso e le scene sono più articolate(a livello di trama) alcune delle canzoni sono più simpatiche e non come quella che canta il pupazzo di neve in frozen -.-'.
    Ieri pomeriggio, insieme al mio cuginetto abbiamo visto Tarzan, e anche se non è uno dei miei Disney preferito, mi è piaciuto sicuramente molto molto molto più di frozen.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh immagino sia giusto avere la propria opinione! :) per me Frozen è un film alla pari di tutti i grandi classici Disney, perché ho ritrovato la stessa "anima", non so se mi spiego. Che fosse in CGI, non lo vedo come un tributo alla Pixar o altro... La Pixar avrà anche iniziato l'animazione in CGI (John Lasseter con Toy Story!), ma la Disney ha anche tentato di riportare agli albori l'animazione tradizionale (La Principessa e il Ranocchio, sempre di Lasseter), anche se senza riuscirci. Ora sta lavorando alla tecnologia del Meander, che unisce CGI e animazione tradizionale (spettacolare a mio avviso) con cui ha già creato Paperman e vinto l'Oscar. Per quanto mi riguarda, è tutta questione di ammirare qualcosa senza perdersi troppo in critiche. Frozen è un film Disney, e per me la magia era palpabile, ecco perché l'ho amato e lo consiglierò sempre a tutti. Sono film da vedere per perdersi e tornare bambini! Se si guardasse qualsiasi cosa con occhio critico e realistico allora, beh, non esisterebbe la fantasia!
      Comunque ribadisco, immagino siano gusti. Ma il successo di un film non vuole eclissare la grandezza di altri :) Frozen sta arrivando al pari dei grandi e sta vincendo premi dopo premi, ma i grandi non diventeranno più piccoli per lui! È anche questo il bello della Disney, sono tutti i "classici Disney"!
      Nota: mi esaltano troppo queste cose e l'animazione in generis ahahah

      Elimina
    2. con il mio commento non intendevo dire che l'ho guardato con occhio critico, l'ho semplicemente guardato e alla fine, dato che non mi è piaciuto tanto, nel senso che è carino, fatto sicuramente bene, ma non mi ha colpito, non mi rimarrà nel cuore, l'ho semplicemente messo a confronto con un altro film che invece mi ha stupito ed emozionato.
      Non si tratta di eclissare un film con un altro, si chiama semplicemente confronto. Frozen ha vinto il premio alla colonna sonora, ma non credo che rimarrà nei cuori delle persone, grandi e piccini come la colonna sonora della bella e la bestia.
      Questo è quello che intendevo dire, i capolavori, quelli nati dalla magia di una matita, dove la Disney usa ancora il SUO stile e non quello di un'altra casa produttrice, sono quelli intramontabili, che non si dimenticano e che restano moderni anche a distanza di anni e anni. La principessa e il ranocchio ha avuto un grande successo, proprio perchè in stile originale, ricordo che, quando uscì, ne parlarono tutti come il nuovo capolavoro, anche se capolavoro non è.
      Frozen sta vincendo sicuramente molti premi, e ripeto, è sicuramente un film fatto benissimo, ma a mio parere, sono i troppi effetti speciali e la troppa tecnologia che lo hanno reso ovviamente un film meritevole di premi e riconoscimenti. Ma, ribaisco, ed è ovvio che sia una mia opinione personale, la magia e il grande lavoro lo si vede in un film che è diventato capolavoro solo grazia alle mani dei disegnatori, niente computer, niente effetti speciali, con essi è ovvio che si ottengono cose bellissime. è speciale, invece quando le si ottengono senza farne l'uso, guarda gli aristogatti ad esempio, è un classico bellissimo, un film intramontabile, ed è classico, per me, perchè rappresenta la Disney con il suo stile e i suoi disegni. Ormai c'è la nuova frontiera del disegno realistico che per me, proprio perchè è troppo realistico, fa perdere tutta la magia, tutta l'immaginazione.

      Elimina
    3. Forse mi sono spiegata male io. Con il mio commento non stavo in alcun modo mettendo in negativo il tuo pensiero, stavo solo aggiungendo del mio perché la questione mi piace davvero tanto e la trovo emozionante :) ribadisco: sono d'accordo su fatto che sia tutta una questione di gusti. A me Frozen è piaciuto e non penso abbia niente di meno del passato disneyano. Nel mio cuore è un capolavoro! Se per te è diverso, sono gusti xD non a tutti è piaciuto, e non pretendo che sia così. Poi se tu sei affezionata al disegno tradizionale non vedo cosa ci sia di male. Io stessa lo adoro e vorrei un giorno vederlo rinascere. Però a mio parere non fa la Disney, e neppure la contraddistingue. Magari contraddistingue un particolare periodo storico, artistico della Disney, ma non penso ne sia il fulcro. Di nuovo, saranno modi di vederla differenti.
      Ci tengo però a dire che, in difesa di chi è animatore in CGI, chi studia per animare i personaggi spesso e volentieri viene dal disegno tradizionale, e per creare un film in CGI si passa sempre dal tradizionale con bozze e molto altro. In ogni caso, La Principessa e il Ranocchio fu un fiasco totale per gli studi, proprio per questo John Lasseter, che aveva tentato di rilanciare il disegno tradizionale con quel film, decise di mettere da parte questo stile per un po', perché al botteghino andò davvero male (non è stato un successone, purtroppo, anche se a me piacque parecchio). I motivi per cui non è andato bene poi sono discutibili e per quanto mi riguarda non fu assolutamente il disegno tradizionale (come alcuni dicono) - piuttosto chi è appassionato avrà letto almeno una volta di come il pubblico maschile si rifiutò (tra i bambini, eh), in grandi percentuali di andare a vedere La Principessa e il Ranocchio per via del titolo e la parola "Principessa". Si parla di grosse percentuali che furono condizionate da quello, motivo per cui con Tangled (Rapunzel) e poi Frozen, il cambio di titolo ha fatto incassare una grossa fetta di pubblico di bambini maschi. Certo sarà questo tutto marketing, ma è interessante. Penso il disegno tradizionale possa tornare, un giorno, ma adesso non è forse il momento. Spero la Disney riesca a sfruttare meglio che mai il Meander e provi a fare un lungometraggio del genere! Ne uscirebbe qualcosa di davvero stupendo.
      Intanto è uscito Frozen, l'anno prossimo uscirà Big Hero 6 e io sto aspettando ormai da tempo che si sblocchino i lavori con King of the Elves. Da Rapunzel a questa parte la Disney sta nel mio cuore ritornando a essere un grande studio (con Frozen ha ottenuto la mia benedizione). Spero la mano salvifica di Lasseter raggiunga altri lavori ormai dimenticati e li sblocchi! XD

      Elimina
    4. Nota: "l'anno prossimo uscirà Big Hero 6"... Queste sono le mie gaffe di inizio anno xD esce quest'anno, nel 2014. AHAHAH

      Elimina
    5. hahaha si anche io continuo a dire l'anno prossimo parlando del 2014 -.-' magari a ottobre ci abitueremoXD, comunque al di la dei disegni, che sono comunque ,artisticamente parlando, bellissimi lavori in entrambi i casi, il fulcro di ciò che volevo dire era che, al di la dei gusti in fatto di disegni, a me questo film non ha lasciato nulla:( sono contenta che a te sia rimasto nel cuore ma quando sono andata io a vederlo al cinema con gli amici, ho finito con l'annoiarmi e ci sono rimasta male perchè non mi era mai capitato con un film della Disney. Non mi ha fatto ridere, non mi ha fatto emozionare, non mi ha fatto piangere e non mi ha fatto sorridere di felicità, pensa che io e la mia amica non ne avevamo mai sentito parlare tantè che quando siamo anddate al cinema credevamo entrambe che fosse il seguito di Rapunzel...poi abbiamo guardato bene l'immagine sul cartellone pubblicitario e ci siamo rese conto che era un altro film...devo dire che, piu che trattarsi di abitudine credo che si tratti di caratteristiche. Il disegno in CGI è una caratteristica della pixar, mentre la disney ha avuto in tutti i classici lo stile"Michey Mouse". è come se io comprassi delle borse di Alviero Martini perchè mi piace quella sua particolare fantasia nel decorare le borse e poi ad un certo punto le borse Alviero Martini iniziano a presentare le caratteristiche strisce a incroci della Burberry.
      La realtà, forse, è che ai bambini di oggi e agli appassionati piace piu il disegno rimodernizzato e computerizzato che quello classico, perciò la Disney ha comprato i diritti per potersene accaparrare. Tutto, semplice marketing.
      Di king of the elves ne ho sentito parlare una volta, e poi niente piu:( peccato sembra essere un bel lavoro"fatato" XD, per quanto riguarda il fatto de la principessa e il ranocchio, hai pienamente ragione, dare un titolo che sia essenzialmente femminile o viceversa, dimezza gli spettatori. Dare un titolo unisex invece attira l'attenzione sia dei bimbi che delle bimbe.

      Elimina
    6. Si, è comprensibile che non a tutti piacciano le stesse cose xD dipende pur sempre dalla persona per come recepisce un determinato prodotto etc. Io mi sono emozionata tanto, sono andata a vedere Frozen con mia sorella e mi sono anche riuscita a immedesimare in questo film. Per me rimarrà per sempre un gran capolavoro :)
      Comunque una cosa che mi preme, fuori dalla tematica "Frozen": la Pixar non ha assolutamente come marchio di fabbrica il CGI. Non sto obiettando i tuoi gusti etc su questo, ma un semplice dato di fatto, che puoi anche guardarti su internet: non servono i diritti per creare un film in CGI. È come dire che servono diritti per il disegno tradizionale. La Disney fa ora film in CGI perché per dato di fatto, il disegno tradizionale in questo momento storico fa vendere di meno, ma stanno anche sviluppando la tecnologia del Meander (Paperman) per riportarlo a galla - si spera.
      Ma non servono diritti per CGI e non è una peculiarità della Pixar. Non sono borse, sono studi che creano prodotti artistici, e che attualmente li producono con la forma d'arte del CGI (come c'è la scultura, la pittura, il disegno a mano e il CGI).
      La Pixar fa film in CGI, la Dreamworks fa film in CGI (Dragon Trainer, Shrek e co), la Blue Sky fa film in CGI (L'Era Glaciale e co) e moltissimi altri studi di animazione fanno film in CGI. E sono tutti studi diversi, e nessuno ha pagato dei diritti per creare storie in CGI a nessuno. Inoltre la Dreamworks ha fatto film in disegno tradizionale (Il Principe di Egitto e co) e moltissimi altri pure (quindi non è prerogativa Disney). Lo Studio Ghibli è l'unico studio che continua a produrre in disegno tradizionale (è lo studio di Miyazaki, per intenderci, la cui carriera comunque terminerà purtroppo quest'anno con The Wind Rises :( ). Il Ghibli continua il disegno tradizionale perché "lo ha nel DNA" - ai giapponesi sta molto a cuore la cultura del disegno tradizionale per via dei loro manga etc. Comunque la Disney per ora lo ha messo da parte, ma non ha eliminato dai suoi studi il gruppo che si occupa dei disegni tradizionali (il che è eloquente - non sembrano pronti ad abbandonare quelle tecniche! :D), ma fanno film in CGI così come qualche altro studio potrebbe aver deciso di fare film in stop-motion (quelli in cui i personaggi sono pupazzetti)!
      Per me continua a essere più importante la storia, però :) il mezzo di comunicazione... Beh, meno. Spero le grandi major lo capiscano presto, perché per me che un gran film sia in CGI, animazione tradizionale o stop motion... Non cambia! XD

      Elimina
    7. si infatti è quello che ho pensato anche io, al di la del tipo di disegno apportato l'importante è la storia. io con il discorso dei disegni al computer o a mano intendevo distinguere i classici dai non. Non i Disney di pixar o altre case produttrici, è ovvio che la disney puo creare le immagini come vuole, non ho detto che il CGI lo fa solo la Pixar, è ovvio, intendevo dire che ha acquistato i diritti per avere un maggiore successo, e per incrementare le vendite, segno che il disegno tradizionale non va piu molto. Mi sembra che, se non sbaglio, abbia acquistato anche i diritti su Spiderman, che era della Marvel.
      comunque stiamo divagando XD io volevo solo dire che la storia di questo film non ha avuto gli stessi effetti che ha avuto su di te XD. è normale che si tratta di gusti e non sto criticando nulla ho solo voluto dire la mia opinione. Con la storia dei disegni intendo dire(tralasciando il fatto che la Disney non ci guadagna ecc ecc) che i classici sono tutti in tecnica tradizionale, al massimo quelli piu moderni hanno degli effetti speciali al computer. Il CGI lo adottano tantissime case di produzione proprio perchè va piu di moda, è una novità e quindi rende di piu nel guadagno.
      Sono comunque convintissima che se fosse stato in tecnica tradizionale non mi avrebbe comunque colpito più di tanto. Non lo so, è un bel film, una storia bella con un messaggio stupendo di fraternità, ma... l'ho guardato quasi con indifferenza ed è strano perchè di solito adoro qualsiasi film della Disney.
      Gustibus :(

      Elimina
    8. Certo, de gustibus :) solo che quel tuo commento sulla Pixar e la metafora delle borse mi aveva fatto vibrare le antennine xD la Disney ha acquistato i diritti della Marvel tutta (Spider Man è l'unico, con gli X-Men, di cui non può disporre perché di proprietà della Fox), e infatti Big Hero 6 sarà un film, appunto, su Big Hero 6, il fumetto! È della Marvel, ma la Disney ha voluto osare e ha basato il 54esimo classico su personaggi Marvel. Che figata, speriamo bene!!
      Comunque il motivo per cui la Pixar è ora della Disney è complesso... Sono state manovre economiche parecchio difficili, che nemmeno io ho ancora ben capito ahahah ogni tanto mi informo per pura passione... Spero comunque che gli studi del topo continuino a produrre film di qualità (e che mi colpiscano al cuor come ha fatto Frozen!).

      Elimina
    9. Nota: a scanso di equivoci perché rileggendo temo possa essere ambiguo: la Disney ha acquistato ormai da tempo la Marvel, ma la Marvel ovviamente c'è ancora xD solo che adesso la Disney ne condivide guadagni, scelte, etc.
      Ho aggiunto questa cosa perché magari per chi legge poteva sembrare altro! :)
      Tra l'altro anche il telefilm Agents of SHIELD è Marvel/Disney, e lo adoro proprio... Ahahah xD

      Elimina
  7. Ero un sacco scettica nell'andare a vedere Frozen, ma dopo la tua recensione sono convinta che ci andrò! Purtroppo la Disney non mi ha soddisfatta più di tanto negli ultimi anni, spero che Frozen lo faccia! Bellissima recensione :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me la Disney è sempre piaciuta, ma ti assicuro che con Frozen hanno fatto passi in avanti incredibili. O indietro, come preferisci vederlo! Hanno inserito tematiche, personaggi, relazioni... Il tutto unito ad ambienti, musiche e altro che si sposano benissimo con la magia che ha questo studio! Spero ti piaccia davvero :)

      Elimina
  8. Io credo che la scena di Elsa che costruisce il castello di ghiaccio sia una delle scene di più grande impatto visivo ed emotivo che abbia mai visto in un cartone animato,che supera perfino la bellissima scena delle lanterne che ho tanto amato in Rapunzel. Nonostante io sia una grande fan dei cartoni"tradizionali" sono convinta che senza l aiuto della computer grafica "l effetto neve" di Frozen non sarebbe stato tanto bello.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero, non so se nel disegno tradizionale sarebbero riusciti a ottenere sequenze come quella di Let It Go! Ho visto però dei concept art del castello di ghiaccio davvero meravigliosi, dove si vede che comunque gli artisti che lo hanno ideato sono stati impressionanti! Comunque dovrebbe uscire il libro "The Art of Frozen", con tutti i concept! Speriamo :D
      P.s. Non mi esprimo sul lato emotivo: solo, Frozen mi ha emozionata più di un semplice film di animazione'

      Elimina
  9. Mi hai messo una voglia assurda di vederlo!! *w* già ce l'avevo, ma ora non immagini quanto!!! <3 poi è ambientato in un mondo innevato *w*
    Comunque so che probabilmente eri già stata taggata, ma ti ho citata qui: http://ikadreaming.blogspot.it/2014/01/tag-6-thank-you.html buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ambientazione è spettacolare!!!! Non so se hai visto alcune bozze in giro per la rete, ma poi il film è ancora meglio. Bellissimo! Arendelle ti conquisterà. E le due sorelle pure!
      P.s. Grazie mille per il tag!! :D

      Elimina
  10. Quoto tutto ciò che hai scritto.
    Con Frozen ho ritrovato la magia della vecchia Disney, è stato un tuffo nel passato, tornare bambina...quando io e mio fratello consumavamo tutti i nastri a furia di rivederli mille volte.
    Alcune scene, come quella citata da te "Do you want to be build a snowman" e il finale, mi hanno fatto scendere la lacrimuccia :')
    E sono d'accordissimo anche sull'impatto delle canzoni in originale...sono giorni che non faccio che riascoltare Let it go e For the first time in forever.
    Adoro Idina e anche la voce di Kristen è davvero bella :)
    Poi vabbè, tanto amore per Olaf e Sven <3 e Kristoff <3
    Il punto di forza sta proprio nello svincolarsi dal tradizionale "bacio del principe" e focalizzarsi sull'amore in altra forma, più vera e profonda. E brava Disney!

    Davvero un bellissimo post, ne hai evidenziato i punti forza, rendendogli giustizia e facendo trasparire ancora più magia citandone le versioni originali *.*
    Ciau ;)

    ps Ebbene sì, sono una nuova follower xD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Claudia, benvenuta sul blog!
      Sono contenta il post ti sia piaciuto. Io mi sono emozionata un sacco a scriverlo e spero di poterne scrivere ancora tanti in futuro, magari su altri film di animazione e non :D Intanto di Frozen acquisterò presto la soundtrack e il dvd/blu-ray :P
      For the first time in forever ho iniziato a sentirla a palla giusto da qualche giorno, e devo dire che mi piace sempre di più ahahah mi fanno diventare un'esaltata un po' tutte queste canzoni, effettivamente... XD

      Elimina
  11. AWWWWWWWWWW *-*
    ti dico solo che l'altro giorno sono andata al cinema e piangevo quasi cercando di convincere tutti a vedere frozen, ma alla fine non ho vinto io. (però mi sono goduta un Lawrence/Cooper in American Hustle niente male <3).

    Comunque ho super intenzione di vederlo perché sono innamoratissima delle canzoni originali, la voce della Menzel è qualcosa di meraviglioso da sempre (avrei pagato oro per vedere Wicked a Broadway çç) e anche la Bell ha un bella voce, non me lo aspettavo v.v

    E poi tutta la storia AWWWW (me la sono fatta raccontare da mia cugina di 11 anni çç).
    Non credo che crescerò mai abbastanza per superare la mia fase DisneyMania.

    (valuta che il mese scorso ho passato tre sabati sera di fila a guardare la Sirenetta 1,2,3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, ma okay computer fai quello che vuoi, inviami i commenti così a metà, tranquillo....

      vabbè tanto avevo finito.
      Ciao Isa <3

      Elimina
    2. Frozen è uno di quei film che, se proprio devi, andrebbe visto anche se soli. COSTRINGI QUALCUNO A VENIRE CON TE AL CINEMA.
      Ma sai che anche io sono rimasta stupita per la voce della Bell? E io che pensavo fosse solo una brava Veronica Mars D: spezzo una lancia anche a favore delle voci italiane (nel film!). Serena Autieri ha fatto Let it Go proprio bene, se non vogliamo guardare alla traduzione u_u
      P.s. Voglio vedere American Hustle! C'è Jen *^*
      P.p.s. Oddio, io sono perennemente in DisneyMania. Non per nulla al cinema mi ha portato mia sorella di dieci anni u___u mentre io lacrimavo lei mi consolava AHAHAH

      Elimina
  12. Innanzitutto, voglio dire che chi ritiene che produrre un film in CGI da parte dei WDAS sia un qualcosa in stile Pixar, non ha capito nulla né della tecnica di produzione, né del modo in cui Disney la utilizza. A parte il fatto che la CGI non è affatto un marchio di fabbrica esclusivamente Pixar, le differenze di utilizzo fra quest'ultima e quello della Disney sono enormi. Basterebbe considerare l'esempio di Brave con quello dei recenti Frozen e Rapunzel: Disney "dipinge" i paesaggi in CGI come se stesse disegnando in 2D, come se stesse realizzando quadri ad olio, mentre spinge verso una figura umana realistica e dall'aspetto proporzionato (per quanto possibile). Pixar invece modella i personaggi su stili caricaturali, e soprattutto utilizza un fotorealismo deciso per la realizzazione delle ambientazioni. Senza contare le fortissime differenze di stile narrativo, a partire dal fatto che Pixar crea tutto da soggetti originali e non adatta pressoché nulla dalla tradizione favolistico/letteraria come fa la Disney, cosa che ha sempre contribuito a infondere ai prodotti di quest'ultima la classica magia di cui sono pregni.

    Premessa che mi serve per dire che concordo in pieno con la recensione (a proposito, complimenti, una delle più lucide che abbia letto in rete almeno su siti italiani). Il Regno di Ghiaccio è un Classico meraviglioso, che riporta pienamente la casa ai livelli toccati negli anni '90.

    La Disney è riuscita a perfezionare ancor più una tecnica di animazione che finora solo lei è riuscita a rendere così calda e coinvolgente, ha modernizzato e rivoluzionato in modo positivo il concetto di personaggio femminile e di Amore all'interno della fiaba Disney (già con Rapunzel aveva ottenuto grande successo in questo aspetto, ma qui si è spinta ancor oltre), e ha inanellato una serie di brani che, non fosse che il film è un musical e quindi agli Oscar non è ammesso alla categoria, dovrebbe vincere di netto il premio per la Colonna Sonora, roba che di questo livello non si sentiva almeno dai tempi di Tarzan e Mulan, e forse del Gobbo di Notre Dame, se escludiamo Rapunzel che non è comunque a tale altezza.

    Una bellissima conferma, quindi, che costituisce un trittico di meraviglie con i precedenti Rapunzel e Ralph Spaccatutto, e che, se continua così, contribuirà a rilanciare la Disney in un periodo di nuova rinascita che ormai dal 2009/2010 sembra essere pienamente imboccato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il bel commento, Bruno! Che dire? Sono perfettamente d'accordo con te. Per la questione Pixar non mi esprimo più di quanto ho già fatto nei commenti su (dall'uscita di Rapunzel si avvertiva già una magia differente nei film della Disney che in altri lungometraggi di studi differenti! Si può sentire la differenza!).
      Mi piace il modo in cui la Disney sta, per ora, facendo "un po' e un po'" con le sue uscite, alternando tra film come Rapunzel e Frozen e storie più "moderne" come Ralph e ora Big Hero 6. Sono davvero curiosa di vedere come Big Hero potrà stupire (anche se già la fusione Marvel/Disney promette bene). Spero la rinascita vada avanti ancora per molto, perché film del calibro di Frozen fanno sempre bene al mio cuore!

      Elimina
    2. Sono d'accordo!
      I piani in Disney sono proprio quelli di proseguire come finora, quindi una storia moderna alternata ad una fiaba classica. Per adesso ha funzionato, mi auguro che continui a lungo. È una tecnica che potrebbe non avere il difetto di annoiare il pubblico dopo qualche anno, data la sua elasticità.

      Elimina
  13. Qui secondo me ci troviamo di fronte al miglior disney degli ultimi 20 anni..il personaggio di Elsa e' uno dei piu' riusciti in assoluto per quanto riguarda i film di animazione, in lei vivono due personalita', quella malvagia che emerge quando si costruisce il palazzo di ghiaccio e che arriva a desiderare pure la morte della sorella, e quella buona che ritrova quando esce dalla prigione che aveva creato..e' un fattore completamente innovativo per i film di animazione dove i buoni sono sempre buoni e i cattivi sempre cattivi..per questo oltre alla ritrovata magia che trasmette che ritengo Frozen un capolavoro assoluto nel genere..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono in gran parte d'accordo, ma non ricordo una scena in cui Elsa desideri la morte della sorella - sarebbe una contraddizione del suo personaggio, visto che tutto ciò che fa, lo fa per proteggere gli altri da se stessa e in particolare per difendere la sorella! Ma è proprio questo che la rende una non-antagonista originale e al tempo stesso più reale. Che la Disney abbia deciso di creare un personaggio "grigio" come la regina di ghiaccio anche nei suoi film di animazione (perché nelle sue serie tv ABC aveva già iniziato - si guardi la Regina di Biancaneve in Once Upon a Time) mi è piaciuto molto, anche se adoro in generis anche i suoi vecchi villain! Spero continuino a creare storie che sappiano stupire e farsi amare :)

      Elimina
  14. Un film fantastico che ho adorato sin da quando ho visto l'anteprima al lucca comics.
    Da quel giorno non sono riuscito più a fermarmi dal cercare let it go (di idina) su youtube. sono andato a vedere il film in italiano al cinema e... l'ho adorato ma ricordando la versione inglese con i sottotitoli dell'anteprima mi sono reso conto che c'era di più. l'ho preso su youtube appena è uscito l'ho rivisto in lingua originale e.... non riesco più a farne a meno.
    Per quanto mi riguarda disney è rinata, è stato un miracolo che io abbia visto quell'anteprima al lucca... io e i miei amici volevamo solo riposarci dopo aver girato tutta la giornata, hanno trasmesso la pubblicità di planes e stavamo già per andarcene quanto parte frozen....in sub ita.....
    Dopo l'intera scena della canzone let it go io non ero più lì per riposarmi, non credevo più ai miei occhi.
    dopo l'intera anteprima ero impaziente come un bambino e ora che è uscito (dopo mesi) ancora me lo riguardo volentieri.

    RispondiElimina
  15. E di quello che in realtà è un cartone animato Frozen? È lo stesso divertente come e http://www.cineblog01.bz/4343-cicogne-in-missione-2016.html Cicogne in missione?

    RispondiElimina

Inserisci qua il tuo commento!