Cerca nel blog

venerdì 1 febbraio 2013

Diario di Bordo: commenti a Il Bacio della Morte - quando una lettura è proprio... NO.

Attenzione. Ricordo che nel momento in cui ho aperto questo blog, l'ho fatto per parlare della mia passione, i libri, per cui da me avrete sempre e solo pareri sinceri. Che piacciano, o meno. Inoltre avverto spoiler sul romanzo di cui si parla. Uomo avvisato...

Diario di bordo dell'1 Febbraio 2013.
Sto iniziando ora a scrivere quella che alla fine di questo lungo intervento sarà la mia pseudo-recensione (perché più che altro sarà un commento... Molto esaustivo... Un commento... Non tanto carino *ha fatto la rima*) su un romanzo da poco pubblicato nelle librerie italiane, Il bacio della morte, di Marta Palazzesi.
Ma mio caro diario, perché iniziare un commento simile in questo modo? Sai, provo questo bisogno profondo e indissolubile di scaricare una caterva di emozioni contrastanti (che poi contrastanti non sono, perché vanno d'amore e d'accordo: rabbia, dolore, indignazione, odio etc, etc...) che mi ossessiona e mi divora. Me lo permetterai? Non che tu abbia tanta scelta, visto e considerato che ti scrivo io, però...
Sappi che mi sento tanto come una Sue Silvester ai suoi primi passi, che inizia con amore a compilare il suo adorabile diario.
Ok. Basta.
Potresti anche chiederti, caro diario... Perché questa decisione, come detto in precedenza profonda, indissolubile?
Ebbene, leggendo Il bacio della morte mi sono sentita... Strana. E sai perché? Perché avrei tanto voluto amarlo, credimi. Avrei tanto voluto innamorarmi di un libro di cui si è parlato tanto. Che vedevo OVUNQUE. Che ha ricevuto decine e decine di voti più che positivi!
Ma non sempre si ottiene ciò che si vuole, questo l'ho capito... E a volte capita anche di ritrovare uno dei miei "amori", chiamiamoli così, per strada. Una delle saghe YA più amate all'estero, e più amate da me. Una saga scritta con maestria, il cui mondo è stato delineato da un'autrice con i *censura* e i cui personaggi hanno tutti un posto speciale nel mio cuore: L'Accademia dei Vampiri, di Richelle Mead.
Perché, mio adorato diario e carissimi lettori, Il bacio della morte è la sua copia. La sua, perdonate i miei modi bruschi e rozzi, brutta copia.



guardate com'è sconvolta Arya!

Adesso, come tirarmi indietro di fronte a una sfida simile. O ancora meglio: perché farlo? Sinceramente non sopporto che mi si prenda in giro, non lo sopporto. Certo, accetto di buon grado quando un autore o autrice si ispirano a un altro titolo per poi prendere la loro "strada", trama permettendo, come è accaduto con Jennifer L. Armentrout, che ha creato partendo da basi "già viste" romanzi davvero fantastici, a cui non mi vergogno di dire che ho dato a quasi tutti ottimi giudizi. Quell'autrice è una di quelle che non si vedono spesso, ma nel caso de Il bacio della morte non posso assolutamente dire la stessa cosa. Sapete perché? Perché le "somiglianze" tra questo libro e la saga dell'Accademia dei Vampiri sono così schifosamente evidenti - somiglianze rivisitate male, SOTTOLINEO -, che non posso fare a meno di indignarmi. Che cosa, noi lettori siamo una massa di idioti?
Non diciamo fesserie, e siccome Ned dice...


L'uomo - in questo caso la donna - che pronuncia la sentenza e colui che deve impugnare la spada.

Allora... Magari sarò troppo critica, ma come sapete sono una persona schietta e se un romanzo è bello, riceverà da me i meglio elogi. Se però, come in questo caso, sarà decisamente un miscuglio di elementi già visti in una delle mie serie preferite, ripresi male e in modo sconclusionato... No.
E poi... Qui non si parla solo di "elementi". No. Lo smacco è ancora più profondo. Qui siamo di fronte a scene che si ripetono, situazioni già viste e personaggi che ricalcano male la scia della Mead. E visto che ho pronunciato la sentenza, ora impugnerò la spada *nerd in azione*.


I PERSONAGGI

Thea - La protagonista del libro è una rivisitazione, ovviamente, di Rose. Sapete cosa non va, però? Il suo comportamento. Nell'Accademia dei Vampiri, Rose è rozza finché non matura. Quando frequenta il liceo, è adocchiata da tutti i professori perché guastafeste, esuberante, sarcastica quando non dovrebbe, mentre per quando compie i diciotto anni e si "diploma", è già considerata da tutti in modo diverso, ha la testa sulle spalle, una maturazione esemplare mostrata passo dopo passo dall'incredibile Richelle Mead. Tutto ciò, invece, manca in Thea. Lei è diplomata, ha diciotto anni e si comporta come una bambina di tredici. Risponde male ai "più grandi" che, nonostante Thea sia una donna fatta, la trattano come una mocciosa. Il sarcasmo di Thea è facilmente interpretabile come maleducazione. Il modo in cui è sempre pronta a fare a botte, la rende non solo maleducata, ma anche instabile.
Insomma, la rivisitazione non è riuscita.

Damian - Sarebbe il Dimitri/Adrian/Christian della situazione (interessante il modo in cui i nomi si fondono in uno). Perché, vi chiederete? Perché ha la compostezza di uno, i poteri dell'altro e il passato dell'altro ancora. E' poco caratterizzato e si vede in poche scene se non contiamo la mente fantasiosa di Thea. E' descritto pressoché solo fisicamente e non riesce ad attirarmi. Per niente. Manca la chimica, sadly, cosa in cui la Mead e la Armentrout sono bravissime, ed è un incrocio tra tre boyfriend di VA, tre personalità completamente differenti che, tutte in una, formano un nuovo prototipo di Edward Cullen.

Alex - Alexandre Vasilkov. Anche il nome richiama quella che poi è la sua fonte di ispirazione principale: Adrian Ivashkov. Adrian Ivashkov nei modi di porsi, meno lo charme caratteristico del personaggio. Adrian Ivashkov nei poteri. Adrian Ivashkov in tutto, meno che in... Beh, ADRIAN IVASHKOV. Cosa manca, poi? Il fatto che Adrian in VA sia giusto appena appena accennato, mentre il vero personaggio viene fuori solo nella seconda saga, Bloodlines. Risultato: una sua rivisitazione che beve quanto Adrian Ivashkov, che flirta quanto Adrian Ivashkov, che ha il suo stesso fisico ma, aihmé, non attira quanto lui.

Serena - Indovinate chi è lei...? Lissa, ovviamente! E la Lissa della situazione, meno la profondità. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che in VA Rose e Lissa abbiano un legame, quindi possiamo esplorarne la psicologia dal vivo, mentre ne Il bacio della morte, no. Serena è però trattata pressoché allo stesso modo di Lissa, con l'eccezione che si comporta come Thea, ossia come una bambina. Se vi dettassi ogni singola scena in cui il suo personaggio mima nei minimi particolari la principessa Moroi rimarreste a bocca aperta. Tuttavia, l'eleganza di Richelle in questo caso è sottovalutata, quindi il risultato finale non è paragonabile sotto il profilo psicologico.

Came - Lui dovrebbe essere Christian, suppongo, con l'eccezione che tutti i tratti di quest'ultimo sono stati espatriati e inseriti in Damian. Quindi cosa ne rimane? Boh. Di lui sappiamo che è un ragazzo molto carino, un faccino simile a quello di Christian. E poi... Beh, niente.

Shane - Sapete chi è lui? Mason! Lui è il caro vecchio Mason, compresa la faccia e i capelli da pen di carota! Meno l'attrazione per Rose, meno l'importanza nella storia, meno la simpatia, meno... Meno... *risata amara*

Caterina - Questa è una grassa risata, perché si tratta di un personaggio psicologicamente banalizzato. Estirpato dal suo ruolo in VA, abbiamo la simpatica figura di Mia a farci compagnia sotto le mentite spoglie di Caterina. Che poi, chi si chiama Caterina in Romania? Ma questa, miei cari, è un'altra storia...

Ranya - Lei dovrebbe essere Alberta Petrov, il Capo delle Guardie che proteggono l'Accademia. Che poi Ranya è la capo Master del Palazzo, giusto?
... Coincidenze...

Il padre di Thea - Di cui sinceramente non ricordo il nome, non come invece ricordo quello del vampiro a cui è ispirato! Abe Mazur. Signore indiscusso della mafia vampira russa (?), turca e chi più ne ha, più ne metta. Il padre di Thea è uguale ad Abe, meno lo charme - again.
Abe, se vuole intimidirti, lo fa con quello, non con i buttafuori.

Ania - Rullo di tamburi... Ania è la cugina Natalie, anche conosciuta da chi ha letto il primo libro dell'Accademia come la cugina-psicopatica-di-Lissa. Oh, cosa? E' anche la cugina-psicopatica-di-Serena? *grasse risate*

Questa è solo la prima parte di ciò che Il bacio della morte ha saccheggiato dall'Accademia. Tutti questi personaggi sono stati cambiati e banalizzati. L'unica con un minimo di spessore è Thea, ed è un tipo di spessore che ho commentato già sopra, e che non apprezzo.
Continuando, Il bacio della morte parla di demoni e mezzidemoni. Correzione: Il bacio della morte potrebbe anche parlare di maialini e mezzi-maialini, o vampiri e mezzi-vampiri, o fate e mezze-fate, perché questi demoni di demoniaco non hanno niente. Sono identici a qualsiasi altra creatura descritta male nei romanzi YA, e anzi hanno assunto alcune delle caratteristiche dei vampiri della Mead.
Damian può creare sogni ed entrare nei sogni altrui e molto altro, Alex può curare e far tornare in vita le persone, in molti hanno poteri svariati che... Dove ho già visto? Ah, si, in Vampire Academy. Gli Azura poi? I cattivi della situazione, cattivi che alla prima occasione fanno il solito "monologo del cattivo" e rivelano tutti i loro piani malefici... *brivido di terrore* Cattivi che sono identici ai buoni, se non per lunghe... Zanne... Affilate e nere...
Ok... Se non fosse che mi ricordano degli Strigoi molto più carini. Strigoi banalizzati, ecco.
Ma poi, il meglio arriva in alcune scene... E per la serie "Mai mettersi contro una fan accanita che conosce i suoi adorati libri a memoria": esempi?


LE SCENE

Nell'Accademia dei Vampiri (#1) c'è una scena in cui Rose racconta di una vecchia festa, anni prima, dove Lissa si era fatta prendere un po' la mano...
"Greg era stato felice di accogliere anche me, e noi due quella sera ci stavamo dando da fare. Per una del secondo anno come me, stare con un Moroi dell'ultimo era un gran colpo (qua devo tagliare scene perché la Mead è descrittiva. TANTO. Quindi saltiamo subito alle parti importanti...).
Lissa era in piedi con le braccia conserte, l'espressione furiosa e terribile. I suoi occhi tempestosi erano tutti concentrati su Wade, e lui contraccambiava lo sguardo, ammaliato. (...) "Lissa," avevo esclamato. "Basta. Fallo smettere."
"Avrebbe dovuto fermarsi prima."
Riuscivo a malapena a riconoscere l'espressione sul suo viso. Non l'avevo mai vista così sconvolta, e di sicuro non l'avevo mai vista fare una cosa simile. (...)"

Ne Il Bacio:
"Mi era bastato guardare Serena in faccia e vedere il colore dei suoi occhi. E ricordarmi di come era finita la festa dell'anno prima.
All'epoca non ci avevo nemmeno fatto troppo caso, presa com'ero da Adam e dal tentativo di tenere le sue mani alla larga dal mio fondoschiena, ma era successo anche allora. Poco dopo l'arrivo di Ilenia, Serena si era allontanata da Gravil, incupita. (...) Dopo meno di dieci minuti Ilenia si era messa a gridare come una pazza dicendo che la stanza era infestata da scarafaggi e se ne era andata via di corsa, lasciando Gravil di nuovo da solo."

Notate somiglianze? Se posso dire: Lissa e Rose, per chi ha letto quel libro, sono state più onorevoli di Thea e Serena.

Da Morsi di Ghiaccio (#2) - suggerisco una lettura in contemporanea tra gli estratti dei due libri:
"Piacere di conoscerti, Rose Hathaway." Mi allungò la mano inguantata che strinsi con esitazione. "Adrian Ivashkov."
(...)
"Scoppiò a ridere. Aveva una bella risata, profonda e quasi melodica. Mi fece venire in mente del caramello caldo."
(...)
Adrian la chiama "piccola damphir".

Da Il Bacio:
"Si avvicinò a me, tendendomi la mano. "Alexandre Vasilkov, ma puoi chiamarmi Alex."
(...)
"Lui scoppiò in una risata calda e morbida."
(...)
Alex la chiama "piccola".

Piccolezze, ma sappiate che Alex beve più volte quando è risaputo come Adrian Ivashkov sia un amante dell'alcol, entrambi sono alti, ma meno di Damian/Dimitri e hanno capelli castani. Sono entrambi cugini di Serena/Lissa e hanno entrambi un potere in comune. Entrambi sono l'interesse amoroso non corrisposto. Entrambi sono ricchi e nobili.
Coincidenze, dicono...

Da Morsi di ghiaccio (#2):
"Quando aprii, vidi un garzone dell'albergo fuori dalla porta con una grossa scatola tra le braccia."
(...)
"Ero arrivata a metà quando dovetti scontrarmi con la realtà dei fatti. Doveva essere stato Adrian a mandarmeli."

Da Il Bacio:
"Quando aprii la porta della mia camera per scendere per la cena un paio d'ore dopo, trovai un mazzo di fiori per terra."
(...)
"Poi uscii dalla stanza, domandandomi chi potesse avermi inviato un regalo del genere. L'unica persona che mi venne in mente era Alex."

Quando ho letto questa scena mi sono fatta quattro grasse risate. Vi giuro, purtroppo io ricordo qualsiasi scena nei libri che leggo, e vi sto riportando solo una minima parte delle... Coincidenze... Che Il Bacio contiene. Come potete vedere, però, Adrian ha molto più charme, e la Mead è molto più descrittiva. Per chi ha letto, ricorderete anche che Adrian le aveva mandato profumi, mentre Alex lascia lì i fiori.
Beh, qualcosa doveva cambiare nella scena, giusto?
*GRASSE RISATE*

Ma andiamo avanti...

Da L'accademia dei vampiri (#1):
"Il mondo cominciò a offuscarsi, e le mie palpebre si chiusero.
"Rose. Roza. Apri gli occhi." Non avevo mai sentito la sua voce così tesa, disperata. "Non addormentarti adesso. Non ancora."

Da Il Bacio:
"Thea" lo sentii sussurrare contro il mio orecchio e la sua voce, di solito ferma e decisa, era carica di angoscia. "Thea, non chiudere gli occhi."

Coincidenze... Coincidenze...!!!
Dimitri, sappi che il tuo Roza sarà sempre insuperabile. E comunque, si, i momenti in cui queste due scene si svolgono sono... "Simili". Se poi vogliamo proprio puntualizzare, sapete che Dimitri è famoso per il suo comportamento stoico e pacato? Chi mi ricorda, eh, Damian?

MA ADESSO... Adesso arriviamo al bello!!!!!!!!!!!!!!! *emozione*
Sapevate che Rose è BACIATA DALLE TENEBRE, ossia dalla morte? Non vi dico cosa significhi, nel caso non abbiate letto Vampire Academy, ma...
SAPEVATE CHE THEA E' BACIATA DALLA MORTE?
Aspettate. Queste due frasi, messe vicine, sono ancora più simili tra loro... Ho quasi paura di me stessa. Non so se darmi una pacca sulla spalla o andare a gridare per le valli...
Opterò per il primo.
La cosa più divertente di tutte? La Mead, in seguito a quel piccolo dettaglio su Rose, ha creato una storia epica. Nel Bacio, invece, ci ritroviamo di fronte a qualcosa di decisamente inutile, ma con un piccolo "retroscena" molto..... ehm... una piccola coincidenza!!
No, vi devo assolutamente mostrare la scena! *entusiasmo sarcastico*

N.B. Cambio il nome del soggetto in VA per evitare spoiler.

Da Il bacio dell'ombra (#3):
"Per mezzo secondo pensai che forse non mi ero mai svegliata. Forse ero ancora a letto, a dormire e sognare.
Perché quella, e soltanto quella, poteva essere la spiegazione di quanto stavo vedendo sul prato dell'Accademia, acquattato nell'ombra di una contorta quercia secolare.
M.
(...)
Era vestito esattamente come l'avevo visto l'ultima volta: jeans e una giacca di pile gialla. Il bordo di un maglione verde gli spuntava dall'orlo della giacca.
(...)
La cosa che più mi colpì - a parte il fatto che avrebbe dovuto essere morto - era l'espressione del suo viso. Triste, si, tanto tanto triste.
(...)
M. era morto, e tutti sanno che i morti non tornano indietro. Be', si, io ero tornata..."

Da Il Bacio:
"Era Sabina.
Sua madre.
Morta da quasi dieci anni.
(...)
Sabina... Era identica all'ultima volta in cui l'avevo vista, il giorno prima che morisse.
(...)
Sabina era morta. Io ero morta.
(...)
"Mi voltai lentamente, stringendo i pugni e trattenendo quasi il respiro.
Eccola lì, Sabina. A pochi metri da me, immobile, mi osservava con la mano appoggiata al tronco di un albero. Indossava lo stesso vestito di seta blu con cui l'avevo vista poche ore prima.

Dite che sono ancora semplici coincidenze? Semplici "ispirazioni"? Io, beh... non vedo solo ispirazione qui. Io vedo vere e proprie scene prese e cambiate. Di poco, ma sempre le stesse scene rimangono. Certo, prese qua e là e ricombinate come meglio pare... ma...
*risata amara*

Da Il bacio dell'ombra (#3):
"Cosa sei?" gridai. "Sei reale? Sto diventando pazza?"
Con mia sorpresa, lui annuì.
"Cosa?" chiesi con voce rotta. "Si, sei reale?"
Lui annuì.
(...)
"Però c'è dell'altro, vero? Un altro motivo per cui continui a venire da me."
Lui annuì.

Da Il Bacio:
"Non sono impazzita, vero? Sei reale?"
Lei annuì.
(...)
"Ma vuoi dirmi qualcosa, giusto? Sei qui per un motivo."

Se vi dico che leggendo questo libro non ho fatto altro che scuotere la testa, mi credereste? Secondo voi quanto manca affinché possa venir considerato come plagio? Lo dico perché ci sono così tante scene che potrei elencare ancora... Momenti in cui Thea viene richiamata dai suoi superiori che coincidono con momenti sparsi per la saga della Mead. Momenti in cui Alex fa battute che, ne sono certa, da qualche parte ho letto in bocca ad Adrian! Insomma, è tutto una grande ammucchiata, e non potevo - sottolineo non potevo - non metterla in luce sul mio blog.
Perché questo blog è nato per via della mia passione per i libri, per la lettura. Io leggo. TANTO. Leggo e ricordo ciò che leggo (siete avvertiti). A volte amo. Altre volte odio. Mi immergo nella lettura di storie che riescono a coinvolgermi, così come mi capitano le storie che non sono per me. Ma questa volta... No. Questa volta non si tratta di nulla del genere. Questa volta ho incontrato scene dopo scene già viste in qualche modo, in diversi libri tutti della stessa autrice, banalizzate ed estrapolate, convertite in qualcosa che non funziona e modificate tanto per avere un libro che è la brutta copia di un'intera saga scritta con la penna di un'autrice che sa scrivere.
Sono amareggiata, e ne ho voluto parlare. Mi sento presa in giro, e non va bene, perché amo la serie di VA e tutto questo è stato... Non so, un colpo basso. Ne ho parlato perché è questo quel che io faccio qui: scrivo di libri, della mia passione. Ne elogio alcuni, quelli che adoro, e gli altri...
Beh, no.

N.B. Se siete arrivati fin qui avete tutta la mia stima. Ammetto di essermi dilungata non poco LOL

47 commenti:

  1. ahi, ahi, ahi!!! morivo dalla voglia di leggere questo libro, però visto che ho appena finito L'accademia dei vampiri, (il primo) che ho amato molto, inizio a preoccuparmi....

    RispondiElimina
  2. o.O'
    Non ci posso credere... Non ci voglio credere!!!
    Io adoro VA, adoro la scrittura della Mead, adoro quello che ha creato con la serie VA, adoro Rose e tutto il resto della cricca - tranne un po' Lissa - e adesso leggo di questo SCEMPIO!!!
    Il Bacio della morte è già da un bel po' sulla mia scrivania che attende di essere letto, ma già altre recensioni mi avevano fatto passare la voglia e adesso leggendo questo tuo "diario di bordo" mi viene voglia di buttarlo direttamente... Ma non lo fato, è giusto che gli dia una possibilità e poi trarre da me le giuste conclusioni.
    Grazie per questa tua recensione, grazie per essere stata schietta e sincera, almeno adesso so cosa aspettarmi.

    Buona giornata.

    RispondiElimina
  3. Complimenti per questa esaustiva pseudo-recensione! (mi sono unita più volte alle tue grasse risate XD) Sembra che gli estremi per una denuncia per plagio ci siano tutti (qualcuno dovrebbe inviare una copia dell'articolo alla Mead) XD Io il Bacio della morte non l'ho ancora letto, sinceramente non mi ispirava e sono anche abbastanza refrattaria alle esordienti italiane (poco patriottica lo so XD) ma il bombardamento di recensioni positive mi aveva quasi convinto e anche se avevo sentito qualche commento sulla "somiglianza" tra i due libri ho pensato "bè se ha preso spunto non c'è niente di male e poi io amo la Mead (ma non so i passaggi a memoria come te XD) perciò ben venga! e in fondo YA originali 100% non esistono praticamente!" non avevo inteso che aveva copiato direttamente il libro XD A questo punto se e quando lo leggerò lo farò con L'accademia dei vampiri aperto di fianco tanto per divertirmi (ma anche no!) XD

    RispondiElimina
  4. Anch'io ho letto Il bacio della morte e come te ho notato tutte queste "coincidenze". Vampire Academy della Mead è una delle mie serie preferite.
    Concordo in tutto quello che hai detto sui personaggi ricalcati e sulle scene che io non ricordavo alla perfezione come te ma mi hanno comunque dato durante la lettura un senso di "già letto". Certo che le scene "simili" messe a confronto danno ancora di più i brividi per la loro somiglianza.
    Grazie per prendere con serierà il tuo hobby di blogger.

    RispondiElimina
  5. tutte le frasi che hai citato di VA le ho amate e vedere che sono praticamente uguali in un altro libro ..... hum.... non mi piace!penso che se si leggono tutte e due le serie poi ci si fà confusione in testa se sono così simili! oltretutto VA non è ancora finita!

    RispondiElimina
  6. Cara Isa ci vuole fegato per dire quello che dici. Ma le prove schiaccianti che hai portato non lasciano dubbi. Sono esterrefatta..Per sostenere la tua tesi leggerò i primi tre libri di VA e poi questo (grazie alla mia biblioteca fornita eviterò di comprarlo!), così potrò darti supporto! Se non avessi fatto questo post avrei potuto leggere il bacio della morte prima della serie VA e sarebbe stato un errore colossale! Quindi grazie di aver detto quello che pensi e avermi messo curiosità su quest'accaduto! (la VA era in WL da un bel po' >.<'' sarà il caso di provvedere!) buona giornata!:*

    RispondiElimina
  7. Omg D:
    Sono orrorificata (?) X°D
    Cè... no non ce la posso fare!
    Avevo letto in un'altra recensione non mi ricordo dove, che Il bacio era una scopiazzatura di Va però cè non pensavo fino a questo punto! Cazzo (posso dire cazzo? D:) è raccapricciante °-°
    Jesus, Mary & Joseph no °-° non ce la posso fare X°D
    Guarda prima avevo letto recensioni positive e recensioni negative... e ok, volevo farmi una mia opinione a riguardo comunque!
    Ora invece sono arrabbiata °-° non vedo l'ora di averlo tra le mani per leggerlo, verificare e denunciare la cosa a mia volta!
    Pensa che giusto ieri sera ho pubblicato la recensione di Touched di Elisa S. Amore (un'altra italiana emergente che si è autopubblicata) e il libro è una copia di Twilight (con qualche riadattamento come in questo caso ovviamente) scritta molto peggio e esattamente... senza charme e senza spessore!
    Cè io non ci posso credere °-° cos'è una moda sta diventando plagiare?! Che soddisfazione c'è?! Non è bello avere idee proprie ca**o?! Io amo VA è praticamente una delle mie saghe preferite... e questo non si fa! La Mead poveretta avrà un continuo ronzio nelle orecchie e non capirà perchè D:
    Ok basta... la smetto °-°
    Ma prometto una cosa X°D se - anche se non vedo perchè non dovrei - dovessi verificare tutte queste benedette somiglianze (che va beh sono talmente evidenti da schifarmi ma non posso fare a meno di leggerlo prima io stessa) giuro che traduco quella che sarà la mia recensione e quella che sarà la tua e la mando alla Mead su GoodReads! Non scherzo °-° ovviamente se sei d'accordo X°D
    Magari non leggerà lei gli articoli... li leggerà qualcuno del suo staff... ma sicuramente le arriverà la notizia!
    Questa cosa davvero deve essere denunciata D: ora sono più in ansia che mai per l'arrivo del libro solo per questo motivo X°D
    Cè... ma si può?!
    Ok basta D: me ne vado!

    RispondiElimina
  8. Grazie!!! finalmente qualcuno che dice esplicitamente quello che io ho pensato durante tutta la lettura.

    RispondiElimina
  9. Potrei alzarmi in un' ovazione per questa tua recensione così schietta e sincera! Ora non sprecherò i miei soldi per comprare il bacio della morte..ma li investirò per la saga della Mead :P

    RispondiElimina
  10. Io... non ho parole. Ma stiamo scherzando? Mi sento così presa in giro, è vero che non ho letto il romanzo [e grazie al cielo a questo punto] ma... ma come si fa a copiare così palesemente un'altra saga e pensare noi lettori siamo così scemi che tanto non ce ne renderemo conto cmq?
    Che poi non capisco... perchè? Davvero, ditemi che c'è un senso dietro a tutto questo, vi scongiuro. Qualcuno mi chiami la Palazzesi -che poi non me ne voglia, mi sta anche simpatica- voglio sapere perchè. Cioè... è la mia amata saga VA, cristo *sob*.
    Sto per dare di matto.
    E cmq grazie Isa e complimenti per questo "diario di bordo", certe cose vanno dette e fatte conoscere. E ora davvero facciamo qualcosa [appoggio a pieno l'idea di Denise di inviare alla Mead] perchè questa storia deve venire fuori. Scateniamo anche una III guerra mondiale, non m'importa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda io aspetto da settimane che mi arrivi la copia dalla Giunti... che ormai a questo punto penso sia andata perduta XD
      Volevo contattarli oggi pomeriggio se entro sta mattina non mi fosse arrivata... ma ci ho ripensato dopo questa recensione di Isa!
      Penso proprio che leggerò la versione ebook e che la comincerò oggi stesso proprio per vedere con i miei occhi e poter denunciare la cosa! Cioè... è vergognoso secondo me ._. e non poco! So che noi siamo solo povere blogger... l'ultimo gradino delle critiche e della stampa... ma bisogna farsi sentire °-°

      Elimina
    2. Prima di commentare tutti uno per uno, urge rispondere qui. En, sono d'accordo e non sai la mia rabbia durante la lettura. La parola più adatta sarebbe "indignata", ma non compensa, quindi...
      Denise, sono contenta di questa tua risposta perché io volevo fare proprio quello, inviare un'email a chi di competenza. Sinceramente penso però che più che contattare la Mead - che mi sta scrivendo Bloodlines, per carità - bisognerebbe far notare la cosa prima alla Rizzoli, e poi nel caso cambiare "metodo"

      Elimina
    3. Comunque direi di non affrettare nulla. Osserviamo come evolverà la situazione prima di fare mosse avventate xD

      Elimina
    4. Si quello senza dubbio ;)
      Io comunque il libro vedrò di leggerlo al più presto così da denunciare a mia volta la cosa...
      L'idea di contattare la Rizzoli come primo passo, mi sembra molto più azzeccata! Loro di certo - se vorranno darci ascolto - sapranno cosa fare!
      Ci teniamo aggiornate u.u

      Elimina
    5. Sempre se la Rizzoli è ancora interessata... da come procede la pubblicazione della serie, A RILENTO visto che è passato più di un anno dalla pubblicazione del quarto libro e non si sa nulla sulla possibile pubblicazione del quinto e sesto libro, non so fino a che punto alla Rizzoli possa interessare questo caso palese di plagio.
      A proposito, notizie per il quinto e il sesto libro?

      Elimina
    6. Non ti preoccupare che se la Rizzoli vede anche la minima possibilità di tirarci fuori soldi da qualche parte [che ne so, fai con una causa alla Giunti [è per dire, eh]] per me inizia a interessarsi tanto -.-
      Anyway, da qualche parte ho letto che ci stavano lavorando sui seguiti ma non ci sono nè date nè niente di certo, quindi non so quanto fosse tanto per dire e quanto davvero stiano facendo qualcosa.

      Cmq sì in effetti non facciamo cose strane accecati dall'ira ahaha. Fateci sapere cmq se contatterete la Rizzoli o farete un attentato per protesta lol[:

      Elimina
    7. LOL io penso che contattare quantomeno la Rizzoli sia d'obbligo u.u

      Elimina
    8. Prima di tutto, io sto iniziando a tradurre Spirit Bound e lo inserirò qui sul blog, così come feci a suo tempo per Mockingjay. Per quando riguarda la segnalazione alla Rizzoli, secondo me non bisogna fare scemenze. Al massimo si pone alla sua attenzione, come ha detto sotto Livia, su Twitter, ma farsi carico di una "spedizione" simile... Non so. Noi non siamo nessuno per andare a puntare il dito xD cioè, ho creato quest'intervento per far notare la cosa, perché sono indegnata, perché amo VA, ma creare un casino inutile sarebbe... Ecco, inutile. Neppure io credo che la Palazzesi avesse cattive intenzioni, anche se di certo non mi ha fatto piacere vedere tutte queste "coincidenze". Non riscaldiamoci più del giusto. Siamo lettori, no? È giusto farle notare queste cose, ad altri come noi e all'editore, ma più di questo non si può far nulla xD

      Elimina
    9. Ha ragione Isa. Sarebbe un casino inutile su una cosa che non è di nostra competenza. L'intervento di Isabella non ha di certo avuto lo scopo di denunciare nessuno o di iniziare una campagna contro il libro in questione. Io credo che Isabella, quale blogger seria, abbia semplicemente voluto condividere con noi e mettere in luce alcuni aspetti discutibili del bacio della morte.

      Elimina
    10. Nono, ma avete assolutamente ragione. Anche io ho scritto di non fare casini, e con contattare la Rizzoli intendevo farglielo presente, nulla piú. Non volevo incitare nessuna spedizione suicida, davvero lol. Per quanto riguarda il mio primo commento, invece, ero solo abbastanza arrabbiata ahah *perdonatela*.
      Cioè, ho apprezzato tantissimo questo intervento, non vorrei che si pensasse abbia frainteso lo scopo o altro -davvero, non è cosí):

      Elimina
    11. Tranquilla En, ho capito benissimo le tue - vostre - intenzioni :) mi sembrava solo giusto specificare nel caso non fosse chiaro ad altri! ;)

      Elimina
    12. Concordo! Io comunque spero che chi di competenza faccia qualcosa :/

      Elimina
  11. Isabella, grazie per il riassunto. Personalmente, non conoscendo VA, non avrei disdegnato qualche spoiler/dettaglio in più (tipo esplicitare l'aspetto o la natura dei poteri dei singoli personaggi), ma già così hai fatto un gran lavoro, soprattutto nella ricerca delle scene simili (io non ne sarei mai stata capace, sono cose che proprio mi sfuggono). :)
    Quanto al contattare chi di dovere, intanto anche una segnalazione del post qualcosa fa secondo me, e so che @RizzoliST (l'account per la narrativa straniera di Rizzoli) legge ciò che viene scritto loro su Twitter (sono anche molto disponibili). Senza chiamare questa "ispirazione" con altro nome per ora (lasciamo la cosa a chi di competenza).
    Per quello che vedo potrebbe non essere stato fatto con malizia (da parte dell'autrice). È un problema comune della YA: molti giovani autori, fortemente influenzati da determinate letture, fanno fatica a vedere la possibilità di una storia diversa, e gli editori non fanno che marciarci sopra imponendo l'uso di formule collaudate anziché aprire a cose nuove (= rischiose). Che posso dire? Continuo a sperare la YA italiana riesca a trovare una strada, ma per ora sono molto delusa. :(

    RispondiElimina
  12. Anch'io come Denise aspettavo ancora una copia del libro dalla giunti e avevo pensato di contattarli, ma adesso non ho nessuna voglia di leggerlo, figuriamoci di avere il cartaceo (che molto probabilmente butterei nel caminetto)!Leggerò l'ebook e anch'io ne parlerò sul mio blog!E' una cosa che non può assolutamente passare inosservata, e sinceramente mi stupisco di tutti quei voti positivi che ho trovato in giro...
    Insomma, non si può copiare cosi spudoratamente una serie, soprattutto una serie conosciuta e amata in tutto il mondo come VA!Sul serio pensavano che nessuno se ne sarebbe accorto?
    Grazie mille per questo post Isa =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma seriously... penseranno che noi lettori siamo scemi D: gosh!
      Io infatti non lo richiedo il cartaceo aushua non mi pare il caso! Oggi ho iniziato l'ebook e via XD
      Come dicevamo oggi su face se mai il cartaceo arriva... se hai un tavolo sbilenco sai come bene impiegarlo :P

      Elimina
  13. Bel lavoro! Mentre leggevo questo libro era venuta anche a me la mezza idea di fare un elenco del genere, ma sarebbe diventato così lungo che ci ho rinunciato in partenza. Meno male che ci hai pensato tu, perchè è assolutamente qualcosa che si deve far sapere a tutti. Questa non è ispirazione, non è una rivisitazione, è cercare di far soldi sul lavoro e sulle idee degli altri, e la trovo una cosa inaccettabile.
    Io più che altro mi sento assolutamente presa in giro. VA non sarà una serie molto famosa qui, ma le somiglianze fra i due libri sono così evidenti e innegabili per chiunque li abbia letti entrambi che non so proprio come si possano sorvolare. Insomma, chiramente Marta Palazzesi ci ha presi tutti per scemi, e questo non mi piace per niente.
    Ma poi, VA a parte, io l'ho trovato un libro proprio brutto, scritto male e con personaggi profondi come pozzanghere, davvero non mi spiego tutto l'entusiasmo che gli si è generato intorno (campagna pubblicitaria?)
    Ci sono rimasta proprio male.

    RispondiElimina
  14. Io l'ho ordinato ieri. A questo punto mi dici che è un bene che io non abbia (ancora!) letto i romanzi della Mead? :)

    RispondiElimina
  15. wow... sono molto scioccata. Dalle recensioni che ho letto mi aspettavo qualche somiglianza, ma addirittura un plagio del genere! Seriamente, mi hai risparmiato un viaggio in libreria. Meno male che ci sono persone come te che denunciano questi scempi.

    RispondiElimina
  16. Basta, DEVO leggere la saga della Mead! Mi avete convinta :D
    E complimenti a te Isa per aver avuto il coraggio di commentare schiettamente (ed è giusto così, ci mancherebbe!) un libro come questo, che ha ricevuto un battage pubblicitario martellante per mesi, manco fosse la nuova Bibbia dello YA.

    Tra l'altro, qualcuno ha notato che Rose e Thea sono entrambi nomi di fiori? :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inziala iniziala *-*
      Comunque si! In una recensione delle poche negative che denunciavano la cosa (perchè questa non è l'unica a quanto pare se n'è accorta più di una persona) diceva "ma che poi Thea non sarebbe il nome della rosa gialla?!" XD

      Elimina
  17. Ne ho lette tante di recensioni, purtroppo molte positive. Per fortuna qualcuna negativa. Di dico solo che seguirò il tuo blog con più passione perchè ho trovato finalmente qualcun'altro che dice la sua senza paura \☺/

    Per quanto riguarda il libro, sono talmente schifata dalla casa editrice che ha voluto ingannare tutti i suoi lettori che non ho davvero parole per esprimere quanto abbia dentro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ingrate! prima ad osannare la casa editrice xchè fa obsidian, poi a sputarle addosso! a me queste cose non piacciono x niente e il libro della palazzesi è bello!

      Elimina
    2. Cara lalla,
      Sappi che per la casa editrice Giunti nutro la più profonda stima. Adoro tantissime loro pubblicazioni, e in questo intervento non troverai UN SOLO insulto verso di loro, così come non ne troverai verso la Palazzesi. Nel caso tu non mi creda, rileggi, e poi torna a commentare. In questo intervento ho espresso la MIA opinione, e sei liberissima di non essere d'accordo. Fatto sta, preferirei non ti permettessi di insultare i miei lettori, né tantomeno me quando vengono espressi pareri e punti di vista. Siamo tra persone mature, giusto? Se la risposta è no, allora esistono social network come Twitter e Facebook in cui sfogare la propria frustrazione personale senza attaccare le idee altrui. Nessuno qui "sputa nel piatto in cui mangia", perché io mangio solo dal piatto di casa mia, e quando un autore o editore mi contatta per chiedermi un parere su un libro è ben consapevole del fatto che io non venda pareri positivi, ed elogerò la loro pubblicazione solo se andrà elogiata.
      Ribadisco poi: io parlo esponendo motivazioni. Chiunque è libero di ribattere esponendone le sue (un esempio è stato l'intervento riguardante le Cinquanta Sfumature, in cui alcuni lettori davvero simpatici hanno espresso civilmente le proprie opinioni), e le leggerò volentieri.
      Insulti, però, no.

      Elimina
  18. Forse chi non ha letto la Mead l'ha apprezzato... boh
    Io a questo punto però preferisco iniziare l'accademia dei vampiri che rimando da una vita ^_^

    RispondiElimina
  19. Le recensioni-stroncature sono le mie preferite! Ahaha!! :DD
    Ti seguo! ^^

    RispondiElimina
  20. Oh my god!!! NOOOOO!!! Questo libro era nella mia wish-list, pensa che stavo quasi per comprarlo in libreria quando ho optato per altri libri...inoltre l'avevo visto un po' piccolino... Fatto sta che era un libro che mi ispirava un sacco soprattutto per le ottime recensioni che avevo trovato su altri blog e ora questo....avevo capito che aveva alcune cose in comune con VA, ma fino a pensare che fosse una sua brutta copia!!!! Mi hai salvato da una catastrofe!!!!

    RispondiElimina
  21. unbelieveble. Io devo leggere VA assolutamente.

    RispondiElimina
  22. Mi interessava questo libro....per fortuna mi hai aperto gli occhi!!xD Dovrò leggere L'accademia dei vampiri...assolutamente!! E da questo vedrò di tenermene alla larga!!xD

    RispondiElimina
  23. COME SI FA A COPIARE UN'INTERA SAGA SOLO PER AVERE SUCCESSO?
    Finalmente una persona con le palle che giudica i romanzi da quanto le sono piaciuti e non da quanto le sta simpatica un'autrice e/o la casa editrice. Dire la propria opinione, specialmente sul web, è molto importante perché bisogna unirci e lottare per la giustizia e non sentirci presi per il culo e reputati assolutamente stupidi.
    Avevo letto moltissimi pareri positivi di Il Bacio della morte, ma ultimamente iniziavano a fuoriuscire pareri negativi, moooolto negativi da parte di persone acculturate e con una passione stratosferica per i libri che cercavano di dire la propria.
    Credo che leggevo Vampire Accademy e non Il Bacio della morte.

    RispondiElimina
  24. incredibile, tutte cose che non avevo notato non avendo letto nulla della saga "di riferimento"; sono proprio a digiuno!!!!!!
    illuminante rece-post! grazieeeee

    a me è piaciuto abbastanza, di per sè, però sapere che le sue idee non sono (non dico completamente, perchè qualche "influsso" di altri romanzi del genere, li avevo avvertiti cmq, pur essendo poco "addentro" allo Y.A., urban/paranormal ecc..) proprio del tutto "farina del sacco dell'Autrice", mi spiace.. :(

    RispondiElimina
  25. Ma non trovate che la Covenant series sia molto più attaccabile come plagio, proprio voi fan della Armentrout??
    Io l'ho trovato invece molto bello e consiglio a tutti di leggerlo, soprattutto a quelli che volevano leggerlo e vengono condizionati dai blog...imparate a pensare con la vostra testa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima di tutto, nessuno ha ATTACCATO la saga della Palazzesi "denunciandola" per plagio. Ho semplicemente creato un intervento in cui ho mostrato evidenti scopiazzature. Io, sul mio blog, offro un'opinione che può essere accettata o meno, quindi se a te il romanzo è piaciuto... Sono felice per te xD secondo, potrei creare un altro intervento e inserire le varie ragioni per cui, tra le tre saghe, quella della Armentrout è il perfetto esempio di come ci si ispira a una serie, si prendono alcuni elementi, e poi ci si distacca completamente. Se dici che sia attaccabile come plagio, mi chiedo se tu l'abbia letta tutta, la saga. E per tutta intendo non solo il primo, ma anche il secondo e il terzo. Sapresti che da Pure in poi le somiglianze - perché quelle della Armentrout sono solo SOMIGLIANZE, non palesi riprese di scene, personaggi e quant'altro - tra VA e Covenant muoiono, e con Deity la Armentrout si dimostra un'autrice capace di scrivere come poche (e nota bene: uno dei difetti de Il Bacio è anche la scrittura e la velocità tenuta dalla storia) e capace di innovare partendo da basi già viste.
      Ribadisco che se parlo di qualcosa, io espongo sempre le prove a sostegno della mia tesi. Se dico che la Armentrout è un mondo a parte... Beh, potrei benissimo motivare.

      Elimina
    2. Mi dispiace intromettermi Violy ma mi sento messa in causa in quanto lettrice che a detta tua “non è in grado di ragionare con la propria testa”. Io sono una lettrice accanita, seguo diversi blog e prima di decidermi se leggere o meno un libro mi informo e leggo diverse recensioni per farmi un’idea. Perché i blog servono a questo, non solo a condividere la passione per i libri ma anche ad aiutare i lettori nelle loro scelte di lettura. Tu parli di influenza che può derivare da una recensione negativa. Messo da parte il fatto che siamo in un mondo in cui ci è permesso esprimere la nostra opinione mantenendo sempre toni pacati (cosa che Isabella a fatto), a me è successo esattamente il tipo opposto di influenza. Avevo messo da tempo il libro in questione in WishList ma è solo grazie ai pareri super positivi (parlo di 4.5 e 5 stelle nelle recensioni) che mi sono decisa a comprare il libro. Mi aspettavo qualcosa di più visto e considerato la media alta che il libro aveva su goodreads. Ma così non è stato. Io sono stata sì influenzata ma è stato un tipo di influenza che mi ha potato a comprare un libro che è risultato non valere i soldi spesi, almeno per me.

      Riguardo le tue considerazioni sulla Armentrout, credo che Isabella abbia detto tutto quello che c'era da dire.

      Elimina
  26. I'm so glad and enjoyed your BLOG, It is very informative on the subject or topic, and Thanks For Sharing this post. I have something to share here buy modalert online

    buy artvigil online

    buy waklert online

    buy modvigil online


    RispondiElimina

Inserisci qua il tuo commento!