Cerca nel blog

mercoledì 30 settembre 2015

Waiting On Wednesday #38 - Firefight


Eccomi di ritorno dopo alcune giornate pienissime in cui sono stata lontana dal blog per svariati motivi, alcuni dei quali spero di poterli condividere con voi al più presto. Per riprendere fiato ho deciso di recuperare ancora una volta la simpatica rubrica del mercoledì, Waiting On Wednesday, in cui tiro fuori la mia wishlist infinita e scelgo di parlare di...

Firefight, di Brandon Sanderson!


Firefight, di Brandon Sanderson

"Avevano detto a David fosse impossibile - che neppure gli Eliminatori erano mai riusciti a uccidere un Alto Epico. Eppure, Steelheart - invincibile, immortale - è morto. Morto per mano di David.
Eliminare Steelheart avrebbe dovuto semplificare le cose. Invece ha riempito solo David di domande. Grandi domande. E a Newcago non c'è nessuno che possa rispondergli.
La Babilonia Ricostruita, il vecchio centro di Manhattan, potrebbe. Governata da un misterioso Alto Epico, Regalia, eppure David è sicuro quella città gli darà le risposte che cerca. E nonostante entrare in una nuova città oppressa da un Alto Epico sia difficile, David decide di rischiare. Perché uccidere Steelheart ha lasciato un vuoto nel suo cuore. Un vuoto dove prima viveva la sua vendetta. In qualche modo, ha riempito quel vuoto con un altro Epico - Firefight. E per ritrovarla sarà disposto a imboccare una strada ancora più oscura e pericolosa dello scontro con Steelheart, per avere risposte."

***

Firefight è probabilmente uno dei romanzi che aspetto di più qui in Italia, la cui pubblicazione per la Fanucci dovrebbe avvenire in tempi relativamente brevi (ho domandato sulla pagina Facebook e affermano di starci lavorando!). Sarà la continuazione del fantastico Steelheart, primo romanzo della saga di Sanderson (mia recensione qui), e continuerà le avventure di David e i suoi amici in una nuova Manhattan che si prospetta essere ancora più adrenalinica di Newcago.

Non vedo l'ora di avere Firefight tra le mani!

venerdì 25 settembre 2015

Segnalazione made in Italy: "Lie4Me" e "Proximis - oltre il colore"

Cari lettori,
Oggi tornano le segnalazioni del blog, con un paio di made in Italy di cui mi è stato parlato e che ho deciso di presentarvi. Il primo è attualmente edito da Harlequin Mondadori nella collana Elit, un chick-lit con un tocco di mistero, mentre il secondo è un self-published, primo romanzo di una trilogia.


Lie4Me: Professione Bugiarda, di Mariachiara Cabrini


Proprio come l'Alice del Paese delle Meraviglie, anche Alice Schiano ha un'irrefrenabile fantasia e decide di sfruttarla per inventarsi un lavoro alternativo. La sua missione è migliorare le vite altrui... una bugia alla volta. Vuoi mollare il tuo fidanzato ma non vuoi farlo di persona per non vivere un'esperienza spiacevole? Vuoi fare bella figura con il capo, sbarazzarti di una rivale, conquistare un collega? Alice è la donna che fa per te! Non c'è nulla che non possa risolvere grazie alla sua parlantina, e non prova mai rimorsi per ciò che fa, perché mentire paga, e bene! I servizi della sua agenzia sono richiestissimi, gli affari vanno alla grande e anche la vita sentimentale scorre liscia come l'olio, forse proprio perché racconta un bel po' di bugie anche al fidanzato. Finché qualcuno non fa saltare in aria la sua auto. Chi è stato? Alice non intende restare con le mani in mano ad aspettare che la polizia scopra il colpevole. Tanto più che collaborare con l'ispettore Donati, uomo affascinante quanto irritante, potrebbe portare a risvolti inaspettati. In tutti i sensi.



Proximis: Oltre il colore, di Micol Manzo

Mirash D’Amati è una ragazza come tante altre, con la passione per l’arte e il giornalismo. Conduce un’esistenza ordinaria, tra l’università e il giornale presso cui lavora; almeno fin quando non rischia di essere investita da un’automobile, vicino alla stazione ferroviaria di Anzio. Da quel momento in poi il soprannaturale entra prepotentemente nella sua vita. Attorno a lei cominciano a verificarsi strani fenomeni. Riesce a vedere lo spirito di un bambino, un’entità sconvolgente che sembra voglia richiamare la sua attenzione. Nel frattempo, suo zio Lorenzo, operatore della Squadra mobile della Polizia di Roma, si trova a fare i conti con la scomparsa di un giovane in Villa Doria Pamphilj, antico parco del capoluogo. Misteriosi eventi conducono Mirash ai Proximis, un’organizzazione mondiale preposta al mantenimento dell’equilibrio tra la sfera visibile e quella invisibile. Qui conosce Morgana, a capo della sezione italiana dei Proximis, Anastasia, Ludovic e Kageshi, affascinante ed enigmatico ragazzo dal volto sfregiato, che col suo carattere irritante, le rende la vita ancor più difficile. Ma la soglia tra spiriti e viventi è sempre più sottile. Mirash è costretta a rimettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto; a prendere in mano la situazione, lottando contro un pericolo letale che rischia di stravolgere la sua vita e quella degli altri. 

***

giovedì 24 settembre 2015

Solo una sbirciatina... #10 - La tentazione di Laura


Buongiorno lettori di FaBL!

Oggi torna in gran forma una rubrica che adoro ma che a causa del poco tempo finisco spesso con il dimenticare in un angolino del blog. Sto parlando di "Solo una sbirciatina...", l'appuntamento in cui vi lascio sbirciare nelle mie ultime letture, presentandovele con un super estratto tutto da gustare!
L'altro ieri notte ho iniziato un romanzo che mi sta prendendo moltissimo (sono già al 95% della lettura... si potrebbe dire io l'abbia finito!), di un'autrice italiana di cui non avevo ancora letto nulla, Alessia Esse, ma che dopo questo sicuramente vedrò di approfondire. È un romance ed è il primo di una stupenda nuova serie autopubblicata, Nel cuore di New York!

Oggi vi presento l'incipit della storia, tratto dal Capitolo 1 del libro.


“Carrie Mathison, mi affido a te. Alla tua classe, alla tua astuzia. È a te che chiedo la forza necessaria per buttarmi alle spalle, almeno per oggi pomeriggio, le ultime tre settimane della mia vita. Aiutami, Carrie. Aiutami come solo tu sai fare.”
Perché ho bisogno di buttarmi alle spalle le ultime tre settimane della mia vita? Due ragioni.
La prima: Nick. Venticinque anni, una leggera ossessione per il golf (esiste uno sport più noioso?), una lunga cascata di capelli biondi (un pessimo tentativo di somigliare a Jared Leto), e la brutta abitudine di andare a letto con i calzini (uomini, i calzini a letto, soprattutto in certi momenti, hanno lo stesso effetto di una doccia fredda).
Nick, all’anagrafe Nicholas. Lavora all’Apple Store di Prince Street come Genius, vive a New York come un imbecille, l’imbecille con cui sono uscita per gli ultimi cinque mesi. Ci siamo conosciuti all’Apple Store. Dal mio “Il touchscreen dell’iPad è morto” al suo “Ti va di prendere un caffè?” sono passate due ore. Due giorni per il primo appuntamento. Sette giorni per finire a letto assieme.
Non abbiamo fatto altro, a dire il vero, nel corso di questi mesi. Credo di essermi specializzata, nella parte adulta della mia vita, in relazioni semplici e indolori con l’altro sesso. È stato anche per questo che quando Nick ha detto “Ho bisogno di una pausa di riflessione”, la mia reazione non è stata altro che un “Oh, ok”.
Solo che, come per ogni pausa che si rispetti, anche la sua aveva un nome e una taglia di reggiseno. Janet, quarta abbondante: ecco la pausa di riflessione dell’imbecille. Come faccio a saperlo? Beh, Nick ha pensato bene di riflettere nel mio appartamento. Nella mia camera. Nel letto che abbiamo condiviso spesso e volentieri.
Tre settimane fa sono rientrata prima del previsto dal lavoro, e li ho trovati lì, fra le mie lenzuola. Janet, quarta abbondante, e Nick, l’imbecille.
Per un minuto ho pensato di essere nell’appartamento sbagliato. Poi, nel tratto di corridoio che va dall’ingresso alla camera da letto, ho pensato che Nick stesse guardando un porno. Tuttavia, quando sono entrata in camera, lui mi ha vista e ha iniziato a gridare cose senza senso, come “Laura, non prendertela” e “Posso spiegare tutto, credimi”, mi sono resa conto che A. no, non ero nell’appartamento sbagliato; B. no, Nick non stava guardando un porno; C. in ognuno di noi c’è un Bruce Banner.
Non sono orgogliosa di aver lanciato una lampada sulla testa dell’imbecille, soprattutto perché la mia mira ha fatto cilecca. Non sono orgogliosa di averli spinti entrambi fuori dal mio appartamento; sono stata lenta a causa dell’iniziale shock, e Janet è riuscita a chiudere se stessa e Nick in un lenzuolo, impedendomi di gioire nel vederli uscire nudi dal palazzo.
Sono orgogliosa, però, di aver addebitato il costo della mia nuova camera da letto sulla carta di credito di Nick. Ecco cosa succede a lasciarmi la password del tuo iCloud, imbecille.

***

mercoledì 23 settembre 2015

L'attesa è finita: arriva Albion 2 - Ombre, di Bianca Marconero!

Buondì lettori di FaBL!
Oggi è tempo di news attesissime, che sono sicura faranno felice la maggior parte di voi tanto quanto hanno reso entusiasta me. Ieri sulla pagina Facebook della saga Albion, di Bianca Marconero, è stata finalmente resa nota la cover del sequel del noto romanzo edito dalla Limited Edition Books (di cui trovate la mia recensione qui)! "Albion 2: Ombre" sarà disponibile in libreria e formato ebook da Ottobre. Vicino, non è vero? Sono sicura sarete in tanti ad attenderlo con ansia!

Intanto, curiosi di vedere la - bellissima - cover, creata da Pamela di Catnip Design?


Titolo: Albion 2 - Ombre
Autrice: Bianca Marconero
Editore: Limited Edition Books
Pagine: 500
Pubblicazione cartaceo: 29 Ottobre 2015
Pubblicazione ebook: 17 Ottobre 2015

Marco Cinquedraghi e i suoi amici hanno scoperto di essere portatori di una peculiarità genetica che si fonda nella leggenda. Sono le nuove incarnazioni di Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda. Ma qual è il prezzo del loro privilegio. A cosa si deve rinunciare per guadagnarsi un destino già scritto? Marco preferisce non chiederselo. Saranno gli errori commessi e le bugie a trascinarlo in una spirale che lo obbligherà ad aprire gli occhi, mentre anche l'eredità di mago Merlino si risveglia e reclama il proprio tributo. Tra amicizie che si incrinano, amori condannati per le colpe del passato, l'ombra di una fata leggendaria e un'indagine su una morte sospetta che sembra portare a una tragica verità, i ragazzi dell'Albion College proseguono il loro cammino per diventare grandi. Ma capire cos'è la vera grandezza comporta un sacrificio che ognuno di loro dovrà affrontare da solo, per salvarsi.

***

domenica 20 settembre 2015

Bookish Sunday #5

Cari lettori,

Siamo arrivati alla domenica e dopo una settimana super indaffarata all'insegna di cerimonie universitarie, sono tornata per una nuova puntata di Bookish Sunday, la rubrica in cui vi parlo dei nuovi ingressi nelle mie mille liste librose!

Pronti?


Nuovi ingressi nella mia adorabile libreria, molti regali da parte delle mie due meravigliose bookish sisters, Nym di Down the Rabbit Hole e Viola! In occasione della mia proclamazione di laurea (triennale, ebbene sì, a scrivervi è una dottoressa!) mi hanno fatto trovare dei bei pacchetti con all'interno The Assassin's Blade, di Sarah J. Maas, e la trilogia Soul Eater di Eliza Crewe: Cracked, Crushed e Crossed! Sto attualmente leggendo di questi proprio l'ultimo romanzo della Crewe, Crossed, di cui spero di potervi parlare prestissimo sul blog! Ho anche ricevuto, con un po' di ritardo, la mia copia di Queen of Shadows, di Sarah J. Maas, il quarto libro della saga del Trono di Ghiaccio! Letto e trovato spettacolare, anche di lui vi parlerò a giorni. Con lui si è unito alla libreria Città di Carta, di John Green. Sebbene non sia una sua grande fan devo ammettere di essere rimasta catturata dal trailer del film, motivo per cui ho deciso di leggerlo per poi dare una chance anche al film!
Voi li avete letti?


Alcuni degli ultimi ingressi nella wishlist infinita?

Perché sì, come ogni bookish lover che si rispetti, la mia wishlist è un'entità a se stante che non fa che crescere, crescere e ancora crescere. Trova, divora, chiede a gran voce nuovi libri, e io come posso fare per resisterle?
Non si resiste alla wishlist.
E per oggi ho un ingresso speciale, all'insegna di un romanzo che mi ossessiona da quando ne ho scoperto la pubblicazione. Una trama avvincente, un'autrice amata da molti... sono i presupposti perfetti per l'ingresso nella mia top ten! Come non parlarvene?

Passenger, di Alexandra Bracken
In una notte sconvolgente, il prodigio del violino Etta Spencer perde tutto ciò che conosce e ama. Viene catapultata in un mondo nuovo da uno sconosciuto che ha per lei piani pericolosi ed Etta è certa solo di una cosa: non ha semplicemente viaggiato per chilometri, ma per anni. E ha ereditato un potere di cui non sa nulla, da una famiglia di cui non conosceva l'esistenza. Fino a ora.
Nicholas Carter è felice di vivere la sua vita sul mare, lontano dagli Ironwoods - una potente famiglia nelle colonie - e la servitù in cui aveva vissuto per mani loro. Ma con l'arrivo una passeggera inusuale sulla sua barca, arriva il richiamo insistente del passato da cui non può fuggire e la famiglia che non lo lascerà facilmente andare. Adesso gli Ironwoods stanno cercando un oggetto rubato di immenso valore, che credono solo Etta, il passeggero di Nicholas, possa trovare. Per proteggerla, lui dovrà assicurarsi che la ragazza lo riporti alla famiglia - che lo voglia o no.
Insieme, Etta e Nicholas inizieranno un viaggio pericoloso tra i secoli e i continenti, ricostruendo i pezzi lasciati indietro da un viaggiatore che farà di tutto per sfuggire agli Ironwoods. Ma avvicinandosi alla verità e al gioco letale che gli Ironwoods stanno giocando minaccerà di separare Etta non solo da Nicholas, ma dalla strada per tornare a casa... per sempre.

Se in questo momento state pensando a quanto questa cover sia bella vi dico subito che sì, non è un'illusione: è semplicemente spettacolare. La trama, poi, è bellissima! Viaggi nel tempo, una violinista e un, ehm, pescatore?
Deve essere mio.


***

domenica 13 settembre 2015

Caro Editore, oggi ti consiglio un libro

Cari lettori,
Questa domenica mi sono svegliata con un pensiero.
From a Book Lover è online da cinque anni. È da cinque anni che scrivo recensioni dei romanzi che leggo, da cinque anni che condivido i miei pensieri sull'editoria nostrana con tutti voi. Cinque anni che sono una blogger, cinque anni che imparo giorno per giorno ad amare questa realtà.


Questo blog è dedicato essenzialmente alle letture per ragazzi. Lo sapete voi che mi leggete, lo so io che divoro storia dopo storia - amo la letteratura per giovani e non me ne vergogno neppure un po'. Eppure, negli anni molte cose sono cambiate e tra tutti il modo in cui affronto ogni romanzo. Chi di voi conosce bene il blog lo saprà - io leggo soprattutto in lingua inglese e recensisco spesso libri inediti. A volte mi ritrovo a pensare a quanto sarebbe bello se un editore decidesse di pubblicare quella data storia, come mi piacerebbe potere farla leggere ad amici e parenti, mia sorella, tanti ragazzi sparsi in tutta Italia.
Eppure spesso quel libro non viene pubblicato, non riceve i giusti riflettori e passa in secondo piano. È un peccato, non è vero?

E allora mi sono detta... i blog danno spesso consiglio ai lettori, ma perché non provare a dare qualche consiglio anche agli editori?

Parliamoci chiaro: al giorno d'oggi l'editoria italiana pubblica di tutto e di più, ma non sempre fa centro. Io non penso di certo di poter suggerire romanzi che diventino bestseller, ma avendo deciso di parlare di autori esordienti italiani (negli interventi che dedicherò a Wattpad), affiancherò a questi anche qualche consiglio su storie straniere che mi piacerebbe vedere pubblicate anche da noi, incontrate nelle letture in lingua che divoro.


Io e i trecentomila romanzi che vorrei vedere pubblicati in Italia.

Saranno una serie di consigli, insomma, da parte di una lettrice e blogger alla nostra editoria. Consigli alleggeriti dal solito humor, a cui potrete partecipare anche voi lettori lasciando qualche piccolo suggerimento per una pubblicazione a regola d'arte, esprimendo il vostro parere e dando consigli su cosa voi vorreste vedere in Italia.

Caro Editore, preparati perché a breve ti consiglierò qualche libro.

martedì 8 settembre 2015

Top Ten Tuesday #33


8 Settembre: Dieci serie concluse che devo ANCORA finire!

Come spesso capita alla sottoscritta, è da un po' che trascuro la rubrica Top Ten Tuesday e ho oggi deciso di recuperare visto il topic davvero simpaticissimo di cui si tratta. A volte salto le settimane proprio per evitare argomenti che non mi attirano particolarmente, o che ho già fatto più volte. Oggi invece è qualcosa di nuovo che mi aiuterà a mettere in chiaro le mie priorità di lettura, e offrire magari a voi qualche nuovo spunto per le liste dei romanzi da leggere!

Nota: cliccando sulle copertine troverete le varie recensioni!
Le mie dieci serie concluse, ancora da finire sono...


1. Soul Eaters, di Eliza Crewe. Ho attualmente in lettura l'ultimo romanzo della trilogia che si sta rivelando divertente tanto quanto i primi! Trovate cliccando sull'immagine la mia recensione del primo volume, Cracked. Consigliato anche per chi sia alle prime armi con le letture in lingua inglese.


2. The Syrena Legacy, di Anna Banks. Pubblicato da poco anche in Italia, avevo tempo fa divorato il primo volume... per poi non prendere più i seguiti (è una trilogia). Sono un essere spregevole! Dovrei rimediare.


3. La Scelta, di Ally Condie. Uno dei miei primi distopici, ne ho letto solo il primo per mai comprare i seguiti... a mia discolpa, mi sono stati sconsigliati da diversi lettori!


4. Ink, di Amanda Sun. Che cover, eh ragazzi? Eppure vi assicuro questo sia uno di quei casi in cui la copertina inganna. Ink non mi è piaciuto per nulla e non intendo continuare la serie, nonostante sia finita!


5. Lo specchio delle fate, di Jenna Black. Romanzo che mi era piaciucchiato, primo di una serie conclusa che non ho però mai continuato. Semplicemente non mi ha coinvolta!


6. Tempest, di Julie Cross. Questo primo volume della serie Tempest mi era piaciuto davvero tantissimo, ma avendolo letto in italiano ho aspettato invano un'eternità per la pubblicazione nostrana... mai avvenuta.


7. Delirium, di Lauren Oliver. Lo ammetto, nonostante avessi amato questa serie come poche nella mia vita da lettrici, ne ho letto solo i primi due volumi. Forse sarebbe stata meglio lasciarla come romanzo autoconclusivo!

lunedì 7 settembre 2015

It's Monday! What are you reading? #47


Nuovo appuntamento con la rubrica settimanale It's Monday! What Are You Reading? In cui, per partecipare, vi basterà commentare scrivendo quali romanzi state leggendo in questo momento, quali avete finito di leggere nell'ultima settimana e quali leggerete prossimamente.
Giornata importante oggi perché la sottoscritta ha appena finito di leggere uno dei romanzi più intensi (e attesi, per me), dell'anno: Queen of Shadows, di Sarah J. Maas. Spero da qui in poi di leggere sempre più libri!

Cosa ho finito di leggere?


Queen of Shadows, di Sarah J. Maas. È uno dei romanzi che più attendevo quest'anno, il quarto della saga del Trono di Ghiaccio, edito da Mondadori collana Chrysalide (presto arriverà in Italia il terzo romanzo, Heir of Fire!). L'ho finito e adorato! Ci sono alcune cose per cui ho avuto delle remore, ma alla fine l'ho apprezzato molto come lettura. Presto la recensione!

Cosa sto leggendo?



Crossed, di Eliza Crewe. Terzo e ultimo romanzo della trilogia Soul Eater, serie incredibilmente divertente con protagonista la fantastica Meda Melange. Trovate la mia recensione del primo volume, Cracked, della serie cliccando qui!

Cosa leggerò in seguito (se tutto va bene)?


White Cat, di Holly Black. In questo momento inizierei questo romanzo, non so perché o per come ma mi ispira molto. Lo ho da un po' sul kindle e mi è stato più volte consigliato! Magari cambierò idea per quando dovrò effettivamente scegliere, ma fino a quel momento... qualcuno di voi lo ha letto? Me lo consigliate?

***

sabato 5 settembre 2015

Recensione: Steelheart, di Brandon Sanderson

Recensione
Titolo: Steelheart (Reckoners #1)
Autore: Brandon Sanderson
Pagine: 380
Editore: Fanucci
"David è solo un bambino quando l’oscurità perpetua cala sulla Terra e in cielo compare Calamity, una misteriosa stella che dona a uomini e donne, prima di allora intrappolati nelle loro ordinarie esistenze, poteri fuori dal comune. Questi esseri straordinari vengono ribattezzati con il nome di Epici e ben presto il loro dono li rende avidi di supremazia sugli altri uomini. Due anni più tardi, a Newcago, la città che una volta era stata Chicago, David assiste all’assassinio di suo padre da parte di uno degli Epici più potenti, Steelheart. Ora cerca vendetta, e sa che l’unico modo per ottenerla è entrare a far parte degli Eliminatori, un’organizzazione che agisce nell’ombra, studiando le debolezze degli Epici e combattendoli strenuamente. E nonostante tutti pensino che Steelheart, cuore d’acciaio, sia invincibile, David sa che non è così, perché lo ha visto sanguinare con i propri occhi."



Ci sono libri e autori di cui senti parlare una vita intera e ti riprometti ripetutamente di leggere, un giorno o l'altro. Autori così famosi che il loro nome diventa quasi una garanzia per milioni di lettori in tutto il mondo - di cui tu, però, sai poco e nulla.
Era questo Sanderson per me, fino a una settimana fa. Una figura rinomata, quasi mitologica, nel mondo dell'epic fantasy. Ogni volta che leggevo un romanzo del genere mi veniva consigliato, regalato... uff, io e Sanderson abbiamo sempre danzato sullo stesso filo sottile senza sfiorarci mai.
Poi è arrivato Steelheart.



Ho deciso di dare un'occasione a questo romanzo dopo aver letto Vicious, della Schwab (trovate qui la mia recensione su quella fantastica storia), e aver amato il suo modo di vedere i supercattivi. L'idea mi elettrizzava, ho dunque ascoltato il consiglio di una fidata amica lettrice (Nymeria di Down the Rabbit Hole) e mi sono catapultata a comprare Steelheart, altro romanzo con protagonisti uomini con superpoteri e una morale piuttosto grigia. In seguito all'acquisto, ho aspettato il momento giusto e ho divorato il libro, anche se lentamente a causa di vari impegni, capendo finalmente perché questo autore piaccia a così tante persone.
Steelheart è la storia di una vendetta - quella di David, che era solo un bambino quando il supercattivo ha ucciso suo padre durante una sventata rapina in banca. In quell'occasione, David lo ha visto sanguinare ed è sopravvissuto per dirlo. Adesso, dopo dieci anni, ha intenzione di fare tutto il possibile per ottenere la rivincita su Steelheart, unendosi a un gruppo di Eliminatori che ha come obiettivo quello di depurare il mondo dai pericolosissimi Epici.

Brandon Sanderson ce l'ha fatta. Ha creato un primo romanzo di una serie - quella dei Reckoners - che ha tutto il necessario per coinvolgere qualsiasi tipo di lettore. È invidiabile, in effetti, il suo modo di scrivere. È come se nella sua mente fosse stato girato un film ad alta definizione, che lui ha poi trascritto egregiamente in Steelheart creando una storia adrenalinica, senza momenti morti e che mette le basi per una serie che andrà a esplorare sempre di più la natura umana a contatto con superpoteri.
Cosa faremmo se ne avessimo? Cosa diventeremmo? Sono queste le domande che vengono poste da Sanderson, che si chiede se poteri come l'invincibilità, il dominio sulla notte o l'elettricità possano corrompere qualsiasi persona. La risposta, nonostante paia inizialmente scontata nella storia - sì, chiunque verrebbe corrotto -, assume poi sfumature di grigio che personalmente adoro in libri come questo, che mi hanno convinta a leggere anche i prossimi romanzi nella speranza che l'intera narrazione non faccia che migliorare.
Pollice in su anche per i personaggi e la loro caratterizzazione. Non me lo aspettavo, lo ammetto, ma Sanderson è riuscito a delineare in maniera convincente tutti quanti i protagonisti del libro, ognuno con una sua personalità ben distinta e riconoscibile. David, il nerd protagonista, Megan, il "braccio" della squadra, Tia, il cervello, Prof, il capo dal passato oscuro, Cody e le sue strabilianti prese in giro e infine Abraham, il saggio. Tutti loro diventano una squadra incredibile che si compensa in ogni missione - anch'esse estremamente ben studiate - e che riesce a conquistare il lettore dopo pochi capitoli.

Insomma, Steelheart è proprio ciò che promette. Un romanzo carico di adrenalina e suspense, scritto in maniera brillante (e ben tradotto da Gabriele Giorgi) e che vi conquisterà dalla prima pagina. Un vero peccato non sia ancora stato pubblicato da noi il suo seguito, Firefight, ma spero la Fanucci rimedi al più presto. Vi terrò informati a tal proposito, sperando di poterlo avere presto tra le mani!

4 gusci su 5.





***

venerdì 4 settembre 2015

Segnalazione: Principe azzurro per un giorno, di Kasie West!

Buon venerdì, lettori di FaBL!
La prima settimana di Settembre si appresta a chiudersi, segnando così anche il ritorno della sottoscritta alla civilizzazione. Purtroppo sì, sono tornata in città e il mare mi manca di già, ma c'è un nota positiva in tutto questo! Adesso ci saranno giorno per giorno sempre più news su FaBL, tra segnalazioni, iniziative e tanto altro.

Per questa volta si parte con la segnalazione di un romanzo edito Mondadori pubblicato a Settembre, che ho deciso di presentarvi. Il suo titolo è "Principe azzurro per un giorno", di Kasie West!


Titolo: Principe azzurro per un giorno
Autrice: Kasie West
Editore: Mondadori
Collana: I Grandi
Pagine: 276
Prezzo: EUR 17,00

«Ora balliamo» disse il mio cavaliere. E mentre mi portava verso la pista, mi resi conto di non sapere come si chiamava.

La sera del ballo di fine anno, quando sta per entrare con il suo ragazzo e presentarlo finalmente ai suoi amici, Mia litiga con Bradley, che se ne va e la lascia sola nel parcheggio. La serata, però, è troppo importante per lei: è candidata a essere eletta reginetta della scuola, ma soprattutto deve dimostrare a tutti che Bradley esiste veramente. La sua amica Jules, infatti, la accusa di essere una bugiarda e di aver mentito sulla sua storia. Così Mia chiede a un ragazzo fermo in auto nel parcheggio di farle da cavaliere per la serata, fingendosi Bradley. L’esito di quella scelta avrà risvolti imprevedibili per Mia, che dovrà districarsi tra bugie e finti appuntamenti in un viaggio alla scoperta dell’amore e di se stessa.
Una storia dolce e passionale, che fa sognare e svela dove trovare l’amore: proprio qui davanti a te, se guardi gli altri con occhi diversi e ti fai conoscere per davvero.
***

mercoledì 2 settembre 2015

Anteprima Eden Editori: Tiger's Curse, di Colleen Houck e Of Triton, di Anna Banks

Cari lettori,
Tempo di anteprime e segnalazioni, in questi prossimi giorni. I primi due che ho deciso di portare alla vostra attenzione sono romanzi che verranno pubblicati tra Settembre e Ottobre dalla Eden Editori, che hanno subito catturato la mia attenzione. Si tratta di Tiger's Curse, di Colleen Houck, e Of Triton, sequel di Of Poseidon, di Anna Banks!


Titolo: Tiger's Curse
Autrice: Colleen Houck
Editore: Eden Editori
Pubblicazione: Ottobre/Novembre 2015
Pagine: 350
Prezzo: EUR 15,50

L’ultima cosa che Kelsey Hayes pensava di dover fare quest’estate era cercare di rompere una maledizione indiana vecchia di trecento anni. Con una misteriosa tigre bianca di nome Ren. In giro per il mondo. Ma questo è esattamente ciò che è successo. Faccia a faccia con forze oscure, incantesimi e mondi mistici dove nulla è ciò che sembra, Kelsey rischia tutto quello che ha per rimettere insieme i pezzi di una profezia che potrebbe rompere la maledizione per sempre.


Titolo: Of Triton (Of Poseidon #2)
Autrice: Anna Banks
Editore: Eden Editori
Pubblicazione: Settembre/Ottobre 2015
Pagine: 300
Prezzo: EUR 15,50

Emma ha appena saputo che sua madre è una principessa di Poseidone scomparsa da molto tempo e ora affronta una crisi d’identità: come Ibrido, è considerata un fenomeno da baraccone nel mondo degli umani e un abominio nel regno dei Syrena. La legge dei Syrena stabilisce che tutti gli Ibridi siano condannati a morte.
Come se non fosse già abbastanza, la ricomparsa di sua madre tra i Syrena mette uno contro l’altro i due regni – Poseidone e Tritone. Emma è costretta a prendere una decisione: dovrebbe accondiscendere alla richiesta di Galen di mettersi in salvo e sperare che vada tutto per il meglio o rischiare tutto e rivelarsi ‒ insieme al suo Dono ‒ per salvare un popolo che neanche conosce?

***

martedì 1 settembre 2015

Queen of Shadows: il giorno è arrivato [Il commento di una fangirl]

Nota: il seguente intervento potrebbe presentare citazioni nerd di varia natura e intensità. Consigliato a un pubblico di lettori compulsivi.

Miei lettori,
Possa la Forza essere con tutti quelli di voi che leggono in lingua e hanno deciso in questo giorno difficile di resistere agli spoiler. Perché sì, il grande momento è arrivato.

Queen of Shadows, quarto romanzo della saga del Trono di Ghiaccio, oggi è disponibile su tutti gli store online in lingua originale.


Avvistato un Queen of Shadows selvatico. #PericoloSpoiler

Gli arcobaleni del mio cuore minacciano di uscire e cospargere il mondo di colore. #SentimentiFangirl

CALMA RAGAZZI, NON C'È MOTIVO DI FARSI PRENDERE DAL PANICO.


E-EHM.

Dicevamo.

Da oggi è finalmente disponibile online il sequel di Heir of Fire, nuovo romanzo della saga che da anni ormai conquista e strazia i cuori di migliaia di lettori in tutto il mondo. Da oggi inizia la caccia allo spoiler per i lettori più masochisti, accompagnata da una sana dose di follia per quelli che, come me, hanno deciso di concludere prima le proprie letture attuali per potersi concentrare poi completamente su QOS.
Già, ciò significa che da adesso fino all'inizio della lettura, i social per lettori diventano un campo minato in cui ogni refresh della pagina può significare la fine. Iniziano gli Hunger Games, fan della Maas, e lo spoiler è dietro la porta.

Riuscirete a sopravvivere?